Un pensiero al giorno: “Violoncello”

Violoncello

Il violoncello vibrava le sue note che
leggere si posavano nei muri screpolati,
sulle travi affumicate e piene di tarli.
Il violoncello vibrava le sue note che
leggere giocavano a nascondino con la polvere
che svolazzava nella grande casa dei nonni.
Lì ero venuta al mondo e lì ascoltavo da sempre
le note vibranti del violoncello.
Mi appartenevano, mi erano sempre appartenute…
e mai vidi quali mani toccassero le corde!

CONDIVIDI
Articolo precedenteVaccini Pfizer, in Toscana garantita la seconda dose. Al via il vaccino Moderna
Prossimo articolo17/01: Coronavirus, 13 nuovi casi in Casentino
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce a San Piero in Frassino nel dicembre del 1964. Oggi vive e lavora a Poppi, dove condivide un salone di parrucchieria col marito. Ha due figli che sono la sua vita e la scrittura è la sua più grande passione, infatti ha pubblicato due libri di novelle e tre romanzi. A primavera uscirà il suo sesto romanzo che sarà macchiato di giallo. Da anni collabora con la rivista casentinese CasentinoPiù.