Un pensiero ogni tanto: “Buona fine dell’anno”

Buona fine dell’anno

L’ultimo dell’anno per quasi tutti i miei anni,

è stato scelto, mirato e vissuto col cuore festoso.

Quest’anno è diverso però, diverso anche da quello scorso,

che per forza e per ragioni superiori,

ci venne proibito ogni cosa.

La zona rossa di quel periodo ci aveva reso grigi in qualche modo,

grigi nella pelle e nel cuore,

ma, il malessere di quest’anno è ancor peggio; è sottile, insidioso, è vigliacco.

All’interno delle famiglie ci sono quarantene, malumori e preoccupazioni,

sui posti di lavoro primeggiano le assenze e le privazioni,

ovunque nel mondo la gente ha raggiunto una specie di rassegnazione

quasi dolorosa e spesso taciturna, ma, cercherà di fare del suo meglio,

ottimizzando “il tempo” che abbiamo quest’anno.

Questa specifica serata che da sempre ha l’ardire e la pretesa di esser la più bella,

per quest’anno dovrà abbassare i toni, dovrà essere più umile,

e somigliare ad una serata qualunque, ed è proprio per questo che i miei auguri

a questo mireranno, i miei auguri vorranno essere lievi, abbracciosi e delicati,

e con un filo di voce vi diranno soltanto poche parole: cercate di far vostra un po’ di serenità, ve lo auguro con tutto il cuore!

Marina Martinelli
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce nel 1964 e “arranca” tutta la vita alla ricerca della serenità, quel qualcosa che le è stata preclusa molto spesso. La scrittura è per lei una sorta di “stanza” dove si rinchiude volentieri immergendosi in mondi sconosciuti e talvolta leggiadri. Lavora come parrucchiera a Poppi e gestisce il suo salone con una socia. E' madre di due figli che sono per lei il nettare della vita e scrive, scrive ormai da molti anni anche per un Magazine tutto casentinese che si chiama “Casentino Più”. È riuscita a diventare giornalista pubblicista grazie proprio al giornale per cui scrive e questo ha rappresentato per lei un grande traguardo. Al suo attivo ha ben sette libri che sono: “Le brevi novelle della Marina", “L’uomo alla finestra”, “Occhi cattivi”, “Respira la felicità”, “Un filo di perle”, “La sacralità del velo”, “Le mie guerriere, quel bastardo di tumore al seno”. Attualmente sta portando avanti ben due romanzi ed è felice! È sposata con Claudio, uomo dall’eterna pazienza.

Ultimi Articoli

Arrivato il nuovo Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Bibbiena

I Carabinieri della Compagnia di Bibbiena (AR) hanno il nuovo comandante, che sostituisce il Cap. Giuseppe Barbato, destinato ad altro incarico È il Tenente Domenico...

“Stirella”: racconti di un’infanzia trascorsa nella campagna casentinese

Quando Graziella Ceccarelli mi ha chiesto di presentare il suo primo libro di racconti, mi sono sentita insieme lusingata ma anche un pochino preoccupata...

Al Cifa di Bibbiena la reunion della Brizzi Big Band

Casentino Jazz Orchestra: la mitica formazione torna di nuovo ad esibirsi venerdì 21 giugno alle 21.30 al Cifa di Bibbiena Metti un gruppo di grandi...