Un pensiero ogni tanto: “Buona fine dell’anno”

Buona fine dell’anno

L’ultimo dell’anno per quasi tutti i miei anni,

è stato scelto, mirato e vissuto col cuore festoso.

Quest’anno è diverso però, diverso anche da quello scorso,

che per forza e per ragioni superiori,

ci venne proibito ogni cosa.

La zona rossa di quel periodo ci aveva reso grigi in qualche modo,

grigi nella pelle e nel cuore,

ma, il malessere di quest’anno è ancor peggio; è sottile, insidioso, è vigliacco.

All’interno delle famiglie ci sono quarantene, malumori e preoccupazioni,

sui posti di lavoro primeggiano le assenze e le privazioni,

ovunque nel mondo la gente ha raggiunto una specie di rassegnazione

quasi dolorosa e spesso taciturna, ma, cercherà di fare del suo meglio,

ottimizzando “il tempo” che abbiamo quest’anno.

Questa specifica serata che da sempre ha l’ardire e la pretesa di esser la più bella,

per quest’anno dovrà abbassare i toni, dovrà essere più umile,

e somigliare ad una serata qualunque, ed è proprio per questo che i miei auguri

a questo mireranno, i miei auguri vorranno essere lievi, abbracciosi e delicati,

e con un filo di voce vi diranno soltanto poche parole: cercate di far vostra un po’ di serenità, ve lo auguro con tutto il cuore!