Una vallata di cuore: l’UP Campaldino consegna il materiale raccolto grazie alle donazioni ricevute

Foto di carlo Gabrielli

Il piazzale dell’attuale e momentaneo Pronto Soccorso del nostro ospedale di Bibbiena è stato per alcuni minuti teatro di positività.

Ieri, 4 maggio, intorno alle 17.00, proprio di fronte alla tenda pre-triage, faceva da protagonista un carrello che ospitava del materiale tecnologico d’avanguardia, donato all’ospedale grazie all’idea di una donna che ha innato dentro sé il pensiero per gli altri: la signora Irma Budroni di Poppi.

Il presidente dell’U.P. Campaldino tennis di Poppi, Lucio Valeri, non ci ha pensato due volte a rendere possibile l’idea della madre, nonché consigliera dell’associazione medesima, appunto la signora Irma, e ha promosso una raccolta fondi a favore del nostro ospedale del Casentino, con lo slogan: “AIUTIAMOILNOSTROOSPEDALE”. Così Lucio Valeri ha cercato sostegno e lo ha insperatamente trovato.

“Vorrei pertanto ringraziare” – dice Valeri – “il vice presidente dell’UNPLI Vasco Bobini, tutti i presidenti delle proloco della nostra vallata, che si sono movimentati per lo scopo comune, in primis Sirio Farini, presidente della proloco di Corezzo che è stato un grande promotore a questo fine, i consiglieri dell’U.P. Campaldino di Poppi, l’Associazione Nazionale Carabinieri sezione di Poppi, ma soprattutto la gente comune.”

Parlando con Lucio Valeri ho assaporato il senso della cosa in sé. Ho colto la straordinarietà di un popolo generoso, un popolo con al suo interno la bellezza dell’aver voglia di donare anche quando il cuore ha paura, donare in un momento in cui si chiude volentieri la porta di casa, a lasciar fuori gli altri, mentre venivano assaliti da un bisogno di protezione, da una sorta di salvaguardia. Invece no, la nostra gente ha dato una grande risposta e in punta di piedi ci ha detto che c’è!

E’ stata realizzata la cifra di 9.000 euro, che ha permesso di acquistare materiale che tornerà utile anche quando l’incubo del Covid-19 sarà terminato, perché resterà lì, a raccontare che un giorno qualcuno si è dato da fare per apportare qualcosa di estremamente utile ad un ospedale che è il nostro.

Erano presenti alla donazione il Dottor Claudio Cammillini, direttore del presidio ospedaliero di Bibbiena, il Dottor Francesco Corradi, primario di medicina, la Caposala Vera Ceccolini e Barbara Conticini, suo braccio destro, che insieme hanno lottato per raggiungere lo scopo, alcuni presidenti di proloco, il vice presidente dell’UNPLI Vasco Bobini, alcuni consiglieri dell’associazione sportiva U.P. Campaldino tennis di Poppi col suo presidente Lucio Valeri, a cui gli occhi si sono riempiti d’orgoglio quando il personale ospedaliero e non solo si è lasciato andare in un caldo e grato applauso che racchiudeva un sentito grazie. Mi sono rimaste nella mente le parole del Dottor Claudio Cammillini, che avvicinandosi con le dovute cautele mi ha detto che il gesto compiuto da Lucio Valeri li ha fatti sentire meno soli in un momento così drammatico.

Mi sento orgogliosa di ciò che ho toccato con mano nel giorno di ieri, delle emozioni che ho colto, della soddisfazione di Lucio Valeri e di quanto il suo essersi dato da fare portando avanti l’idea della madre, sia riuscito nel migliore dei modi.

Questa volta le mascherine sono servite a sottolineare occhi colmi di commozione. Grazie Lucio.