“Under the same moon”: un evento al Planetario di Stia

Venerdi 25 settembre alle 21 al Planetario del Parco nazionale delle Foreste casentinesi (Stia)

L’agenzia spaziale americana, la  NASA, propose nel 2010 la realizzazione di un International Moonwatch Party. Da allora il Planetario del parco nazionale delle Foreste casentinesi, con sede a Stia, ha sempre aderito con entusiasmo all’iniziativa, sotto il coordinamento in Italia dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e della Unione Astrofili Italiani (UAI).

Il motto che ormai da anni accompagna l’appuntamento per questa serata mondiale è “Under the same Moon”: noi umanità, e tutta la natura, siamo “sotto la stessa Luna”!
Al Planetario del Parco tale evento, stabilito quest’anno a livello mondiale per il 26 settembre, verrà anticipato per esigenze organizzative a venerdì 25 settembre, alle 21.
Osservare al telescopio la Luna è sempre una grande emozione: è l’oggetto astronomico più vicino alla Terra, poco più di un secondo-luce di distanza, e guardandolo si ha la sensazione di starci sopra, di viaggiare tra i crateri, i mari, le montagne. Il 25 settembre sarà nella fase vicina al primo quarto (24 settembre). E’ l’illuminazione migliore per poterla osservare perché la luce, incidendo lateralmente, crea un gioco di ombre che mette in rilievo i particolare della superficie.
Al primo quarto, verso il terminatore (la linea che separa la luce dal buio) ci sono molte formazioni montuose e crateri facilmente osservabili, anche da un buon binocolo o da un piccolo telescopio con soli 15 o 20 ingrandimenti. I gruppi montuosi denominati “Appennini” e “Alpi” saranno facilmente visibili proprio vicino al terminatore; tra questi due gruppi montuosi si potrà osservare il cratere denominato Archimede, ma anche tanti altri più piccoli presenti in quell’area. Il centro del nostro satellite sarà dominato dal Mare della Tranquillità, dove allunò il LEM dell’Apollo 11, il 20 Luglio 1969. Sempre verso il terminatore sarà possibile osservare tanti altri crateri: tra i più belli si segnalano Hipparcus, Albategnus, Alphonsus, Arzachel.
Il Planetario del Parco organizzerà il proprio punto di osservazione della Luna nel piazzale antistante la struttura, mettendo a disposizione dei partecipanti i propri telescopi. L’osservazione sarà preceduta da una conferenza illustrativa sul nostro satellite. Durante la serata saranno distribuite cartine lunari utili per un primo approccio osservativo al nostro satellite.

Per prenotazioni contattare: pfficio promozione Parco (0575.503029) o Cooperativa Oros (335.6244440). Costo del biglietto: cinque euro, gratuito per i ragazzi sotto i 7 anni e persone diversamente abili.  Si consiglia un abbigliamento adeguato adeguato alla stagione

Per saperne di più e seguire da vicino l’attività del Planetario si invita a visitare anche la pagina Facebook:  Planetario del Parco delle Foreste Casentinesi.