“Vias Animae – le strade ritrovate”

Il Parco nel Programma Operativo Regionale 2014-2020, del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale.
Il Parco nazionale partecipa al bando del Programma Operativo Regionale 2014-2020, Asse 5, del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (POR-FESR). 
Lo fa a fianco di Romagna Acque e dei Comuni di Santa Sofia, Bagno di Romagna e Premilcuore.
Il progetto proposto a finanziamento, denominato “Vias Animae – le strade ritrovate”, è finalizzato a migliorare la capacità di attrazione turistica attraverso azioni in grado di innescare processi di ammodernamento e sviluppo. 
Nello specifico prevede la realizzazione di un grande intervento infrastrutturale che coinvolge la sentieristica (in ogni suo aspetto) e i servizi al turista. Tale impostazione si prefigge di superare una visione frammentata del piano di azione e si pone l’obiettivo di migliorare, attraverso la valorizzazione sistematica e integrata delle risorse, le condizioni di offerta e la fruizione del patrimonio naturalistico del parco nazionale delle Foreste casentinesi.
Nell’area protetta, già dagli anni ’90, sono stati aperti centri visite, centri di educazione ambientale e punti di informazione. Per molti di questi, già da tempo, è stata rilevata la necessità di aggiornare gli arredi e gli strumenti di comunicazione: seppur di elevata qualità, devono tener conto dell’evolversi delle tecnologie e delle nuove abitudini che queste hanno introdotto nel processo di informazione e di apprendimento.
Una specifica voce del programma permetterà di intervenire sui tre centri visite del Parco situati rispettivamente nei comuni di Santa Sofia, Bagni di Romagna e Premilcuore, liberando risorse a favore delle strutture di educazione, promozione e informazione dislocate negli altri comuni dell’area protetta.
“L’importo complessivo per la realizzazione del progetto integrato ammonta a più di quattro milioni di euro. Il Parco si prende carico, in quota di compartecipazione, dell’8% circa della cifra. Si tratta di una grande occasione per intercettare risorse a favore dell’area protetta e sostenere lo sviluppo turistico”. Luca Santini, presidente del Parco nazionale.
U.s. parco nazionale Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna
Christian Bigiarini - Direttore Responsabile
Christian Bigiarini - Direttore Responsabile
Christian Bigiarini è nato a Roma nel 1971, ma scrive a Ponte a Poppi, in Casentino, dove vive. Sposato con Veronica, babbo di Umberto, direttore del periodico Casentinopiù dal 2013, è anche “scrittore”, giornalista, tabaccaio, “ciclista”, "padelista" e “tennista”: quasi tutto rigorosamente tra virgolette.

Ultimi Articoli

Fabio Guerra poeta classico sulle tracce di Dante a Naturalmente Pianoforte

Ufficio stampa Tasto 89 Quest’oggi abbiamo avuto il piacere di intervistare Fabio Guerra un ragazzo di 19 anni il cui amore per la poesia inizia...

Grandi celebrazioni per i cento anni del Consorzio Vino Chianti Classico

Pochi vini incarnano un luogo specifico nel modo in cui il Chianti incarna la Toscana. Quando si apre una bottiglia di vino Chianti DOCG,...

Serravalle: dai lavori al campetto al torneo più alto della provincia

L’attenzione data alle frazioni dall’amministrazione ha dei risvolti importanti in termini di miglioramento della vita delle persone e di rafforzamento dei legami sociali e...