04/10: Coronavirus, nessun nuovo caso in Casentino

Da Unione dei Comuni Montani del Casentino 

Coronavirus, i dati di oggi 4 ottobre 2020:

➕ 188 casi in più in Toscana, con un’età media di 42 anni
➕ 14 nuovi casi in PROVINCIA AREZZO
‼️ Nessun nuovo positivo in Casentino

Per Comune di sorveglianza:
2 Arezzo
5 Castelfranco Piandiscò
1 Castiglion Fiorentino
3 Civitella in Val di Chiana
1 Montevarchi
1 Laterina Pergine Valdarno
1 Lucignano

‼️ Il Dipartimento di Prevenzione in considerazione dei casi emersi in questi giorni in provincia di Arezzo, Grosseto e Siena ha intensificato l’attività di tracciamento dei contatti stretti. Tale attività ha evidenziato per il momento, 24 contatti per i casi di Arezzo, 2 contatti per i casi di Grosseto, 55 contatti per i casi di Siena che sono già stati immediatamente posti in isolamento.
Al momento nella Asl Toscana sud est 1.951 persone sono già in isolamento domiciliare o perché contatto di caso noto o perché provenienti da altri Paesi. I positivi in carico sono 629. Ci sono 9 ricoverati presso le Malattie infettive dell’Ospedale Misericordia di Grosseto, 11 presso le Malattie infettive e 3 in Terapia intensiva dell’Ospedale San Donato di Arezzo. L’identificazione dei casi ed il tracciamento dei contatti à stato possibile attraverso l’effettuazione di 1.920 tamponi.

Ultimi Articoli

L’uva Sangiovese: l’anima della viticoltura italiana

Il vitigno Sangiovese, emblematico e profondamente radicato nella tradizione enologica italiana, in particolare della Toscana, rappresenta l'anima di alcuni dei vini rossi più celebrati...

Il Casentino punta sull’artigianalità con l’azienda Freschi&Vangelisti

Denise Vangelisti:” Si può andare avanti solo guardandosi indietro. L’artigianalità e la riscoperta della bellezza saranno le nuove sfide del futuro” “Sostenibilità, artigianalità e umanità....

Fermento in Casentino: l’allarme del Comitato Casentino libero dai nuovi OGM

Cosa sono i nuovi OGM e perché c'è preoccupazione nel mondo dell'agricoltura Casentino (AR) - C’è fermento nel mondo dell’agricoltura e inquietudine da parte dei...