Il PD Arezzo sulle elezioni a Bibbiena

Il Coordinamento provinciale ha espletato per mesi tentativi sinceri e continui di costruzione di un percorso politico unitario tra Roberto Rossi e Gianni Galastri. Verificata la possibilità di una convergenza programmatica abbiamo indicato alcuni metodi per arrivare a selezionare una candidatura che la lista Bene Comune non ha condiviso, proponendo di unire le liste senza indicare il candidato.

Il PD di Bibbiena – nel rispetto delle prerogative degli iscritti e dei gruppi dirigenti locali – solo dopo che i tentativi di unità non hanno avuto esito positivo, ha effettuato una scelta pienamente legittima, scegliendo di sostenere la candidatura civica di Gianni Galastri.
Invitiamo, pertanto, Roberto Rossi ed i sostenitori della lista Bene Comune a concentrare il loro impegno contro la lista Vagnoli e non nei confronti del partito Democratico di Bibbiena e della candidatura di Gianni Galastri e ad utilizzare, anzi, questi ultimi giorni che ci separano dalla presentazione formale delle liste per verificare un ulteriore tentativo di composizione unitaria dei due progetti. Nell’interesse dei cittadini di Bibbiena.
L’avversario è Vagnoli e la sua lista.

Matteo Bracciali – Comunicato stampa