1944: un eroe a Badia Prataglia

Lo scorso 17 aprile il Consiglio Comunale di Poppi ha votato all’unanimità una delibera di adesione all’istanza, presentata dall’Istituto del Nastro Azzurro Fra Combattenti Decorati al Valor Militare, ente morale con sede in Roma, che ha inoltrato in data 11 gennaio 2021 al Ministero della Difesa l’istanza perchè venga esaminata la possibilità di concedere la Decorazione al Valor Militare al Milite della Milizia Nazionale Forestale Mario Battisti.

Nato a Gorizia il 27 giugno 1898 e morto a Pratovecchio il 5 novembre 1957, Mario Battisti è stato protagonista eroico dei fatti svoltisi a Badia Prataglia nel Comune di Poppi (AR) il 13 aprile 1944.

Erano i giorni più cruenti della rappresaglia nazifascista che nel solito giorno porterà agli eccidi di Vallucciole, Partina, Moscaio e solo in parte a Badia Prataglia, dove furono barbaramente uccise 4 persone, ma ne erano pronte almeno altre 50 con le spalle al muro dell’edificio scolastico in pieno centro del paese.

Il coraggio eroico unico della guardia scelta Battisti lo spinse ad uscire dalla caserma del Comando Stazione Forestale (appartenente tra l’altro alla Repubblica Sociale) dove prestava servizio, e ad affrontare l’ufficiale Tedesco che stava impartendo l’ordine di fare fuoco contro gli inermi.

Parlando in perfetto Tedesco il Battisti convinse l’ufficiale che non vi erano partigiani tra le persone catturate che così furono lasciate andare.

Il gesto eroico verrà ricordato con una pubblicazione alla quale ha aderito, oltre all’Amministrazione Comunale di Poppi, anche il Reparto Carabinieri Biodiversità di Pratovecchio e che è stata promossa dall’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia.

Durante il Consiglio Comunale di Poppi è stato ricordato che questo gesto appartiene a tutti gli uomini liberi di qualsiasi idea politica democratica, nessuna esclusa, ed è stato concordato all’unanimità che verranno predisposte iniziative che ricordino le gesta del Milite Mario Battisti, trasmettendone la sua memoria alle giovani generazioni per far conoscere loro quanto sia costata in sacrifici,eroismi e dolori la libertà e la democrazia nella nostra Nazione, inoltre verrà trasmessa copia della delibera al Ministero della Difesa perché sia allegata all’istanza presentata per la concessione della decorazione al Valor Militare.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.casentinopiu.it/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 997