3 consigli per vendere un’auto sinistrata

Come fare per vendere un’auto incidentata, quindi reduce da un sinistro stradale a causa del quale risulti essere compromessa o addirittura non più funzionante? Oggi le opportunità non mancano soprattutto grazie alla rete, all’interno della quale sono nate molte realtà che offrono questi servizi di intermediazione.
Vendere una vettura di questo genere è un qualcosa che può essere anche molto immediato ma che richiede determinate accortezze. Vediamo allora di seguito 3 consigli fondamentali da tenere a mente quando si decide di rivolgersi ad un servizio di acquisto auto sinistrate.

  1. Informarsi sul metodo di pagamento: primo step, fondamentale. Ancora prima di valutare la proposta sarebbe bene chiedere all’intermediario con il quale si sta trattando quali sono i sistemi di pagamento che mette a disposizione per verificare che siano in perfetta linea con quanto stabilito dalla normativa in vigore. Oltre a questo poi, da capire quanto possano essere sicuri per il proprietario della vettura.
  2. Verificare l’affidabilità del servizio: altro tallone d’Achille di molti dei servizi di compro auto incidentate presenti in rete: l’affidabilità. Un settore piuttosto ricco dove si sono lanciati in molti, soggetti più o meno affidabili: se ci sono intermediari realmente seri e trasparenti, spesso si incappa in servizi che non offrono alcuna garanzia all’utente e che anzi lo espongono a rischi non da poco. Attenzione soprattutto agli intermediari senza una reale sede fisica sul territorio italiano.
  3. Richiedere una quotazione gratuita: vendere la propria auto sinistrata, va bene. Ma a quale cifra? Ovviamente il mercato delle vetture di questo genere non viaggia su cifre da capogiro: si tende a battere molto sul fatto che queste auto non troverebbero riscontro sul mercato ordinario, nessun provato acquisterebbe mai una macchina reduce da un incidente e per questo compromessa. Quindi, prima di ogni passaggio, va richiesta una quotazione della propria auto sinistrata, che deve esser e gratuita e senza alcun impegno.

Sono, questi, 3 punti importanti ma certamente non gli unici per trattare con un intermediario attivo nel campo del ritiro auto incidentate con pagamento immediato. Quello che conta è, comunque, muoversi sempre con circospezione e attenzione per essere certi di non cadere in truffe.

Ultimi Articoli

Ordigno inesploso a Castelluccio: ripartono i lavori lungo l’Arno

Il ripristino dell’Arno a Castelluccio è rimasto ostaggio del ritrovamento di un ordigno inesploso. Prima di procedere, per la sicurezza delle maestranze e per...

Toscana Ricomincia la Scuola, all’evento anche tre casentinesi

Da due anni la Toscana inaugura l’anno scolastico in piazza Duomo a Firenze con un grande evento dove al centro c’è la musica. Come...

Ivo Droandi e Scuderia Etruria Sport vincono il Trofeo A112 Abarth Yokohama

Il pilota aretino, grazie alla vittoria in entrambe le tappe del Rallye Elba Storico, fa sua l’edizione 2022 del trofeo in coppia con Carlo...