70 anni di attività per il Bar Gelateria Edi, il riconoscimento del comune

L’anno del settantesimo era il 2020, ma la pandemia ha costretto tutti a rimandare progetti e anche cose importanti.

Ma l’amministrazione non voleva perdere l’appuntamento per celebrare l’operosità di questa famiglia così l’Assessore alle Attività Produttive Daniele Bronchi ha consegnato una targa commemorativa per conto della Giunta a Federico Bachini e alla moglie Elena.

Nella targa si parla dell’avventura imprenditoriale di questa attività come di un “sogno” che ha portato alla comunità un esempio di “resilienza, imprenditorialità e creatività”.

Non manca un lascito anche alle due figure che oggi portano avanti quel sogno ovvero i coniugi Federico ed Elena.

Il percorso di questo storico locale inizia negli anni Cinquanta con la nonna e quindi la mamma di Federico, Edi.

Federico, orgoglioso delle sue origini racconta: “All’epoca si trattava di una locanda. Mia nonna e mia mamma preparavano il pranzo ai tanti operai della stazione e del Tannino. Da piccolo sono sempre stato qui con mia mamma e ho imparato un mestiere che poi ho fatto mio”.

Elena e Federico rilevano l’attività nell’anno 2000. Federico non ha mai smesso di fare formazione ed Elena si supportarlo nel far crescere questa realtà.

Il covid19 è stata una grande sfida anche per loro, ma superata a pieni voti: oggi il bar pasticceria Edi rappresenta una sorta di “monumento” all’imprenditorialità e un faro sempre acceso sul nostro futuro.

L’Assessore Bronchi commenta: “Ci teniamo a ringraziare così tutte quelle realtà che hanno alle spalle un po’ di anni, di esperienza e di voglia di farcela. Per l’amministrazione consegnare queste targhe significa molto: innanzitutto significa esserci, capire le difficoltà ed esprimere vicinanza. Poi ci offre l’opportunità di parlare con i commercianti e imprenditori del territorio e raccogliere le loro visioni, idee o anche cose che non vanno”.

Il Sindaco Filippo Vagnoli commenta: “Credo che la realtà di Edi, come tante del territorio bibbienese, ci dica una cosa importante che come amministratori vogliamo tenere sempre davanti a noi ovvero il fatto che il nostro territorio è un territorio operoso, capace di esprimersi al meglio, capace di resistere e anche di rinascere. Da questo contatto con le realtà imprenditoriali e commerciali ho imparato tanto in questi due anni e mezzo di mandato. Anche da questo contatto diretto e cercato sono nati tanti progetti di aiuto che continueranno a caratterizzare questo mandato perché, semplicemente, crediamo in coloro che rappresentano la forza propulsiva della nostra micro economia circolare. Ringrazio Federico Bachini e la moglie Elena ma insieme a loro tutti coloro che portano avanti con entusiasmo e coraggio la storia produttiva della nostra vallata”.