A misura di bambino: nei prossimi giorni tre iniziative dall’Ecomuseo

Alcune iniziative per bambini e famiglie caratterizzeranno questi primi giorni di agosto in Casentino a cura dell’Ecomuseo. 

Si comincia sabato 4 agosto, con il ritorno delle storie di Fata Borbotta a Castel Focognano (centro di documentazione sulla cultura rurale, ore 17); si tratta di una narrazione che interagisce con le instalLazioni di ARACNE, mostra itinerante per la vallata. Fata Borbotta e Giacinta, la pecora variopinta, è una storia animata con laboratorio a tema. Età consigliata dai 5 ai 9 anni
Domenica 5 agosto a Moggiona di Poppi, avrà luogo la presentazione del libro “Le mani del bosco”. “Questa pubblicazione dedicata all’antico mestiere del “bigonaio” che per secoli ha caratterizzato la piccola comunità di Moggiona, è fuori dubbio un prodotto prezioso”, osserva Eleonora Ducci, assessore all’Ecomuseo presso l’Unione dei Comuni Montani del Casentino. “Riesce a dare concretezza alla “mission” di un progetto comprensoriale quale l’Ecomuseo del Casentino. La collaborazione con i docenti, i ricercatori e gli studenti del corso “Design for sustainability” del Corso di Laurea Magistrale in Design dell’Università di Firenze, ha permesso, infatti, di centrare molti degli obiettivi al raggiungimento dei quali lo stesso Ecomuseo lavora da anni. In primo luogo il tema dell’interpretazione del patrimonio culturale locale ad opera di “giovani occhi”, in questo caso futuri designer, che lontano da nostalgie e atteggiamenti celebrativi, in maniera fresca e creativa rendono possibile la trasmissione alle nuove generazioni di un mondo tramontato per sempre ma ricco di contenuti ed insegnamenti per il futuro. Attraverso lo sguardo e le parole di Dino, i bambini, a cui è destinato questo libro, hanno modo di conoscere i tempi, le capacità tecniche e la vita degli abili artigiani di Moggiona ma anche di fare proprio un messaggio di rilevanza universale come quello della sostenibilità”. La “Bottega del Bigonaio”, l’antenna ecomuseale di Moggiona, potrà contare così su un nuovo magnifico strumento per accompagnare i giovani alla scoperta del bosco, degli alberi e delle sapienze manuali legate alla lavorazione del legno, beni comuni da salvaguardare per il loro domani.
Infine lunedì 6 agosto alle ore 18 a Sant’Anglo – Ortignano Raggiolo, “ Le Novelle della nonna a Sant’Angelo”. Si inizia alle 16 con una escursione con partenze da Quota e Raggiolo fino ai ruderi dell’antica chiesa di Sant’Angelo. Qui alle 17:30 si terrà la lettura della novella “L’Incantatrice” a cura di Miriam Bardini, con accompagnamento musicale di Sole Feltrinelli
Iniziativa organizzata con la collaborazione della Brigata di Raggiolo e Pro Loco di Quota.

Poppi, 02 agosto 2018.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa