A Pratovecchio Stia un impianto a biomassa per riscaldare le Officine Capodarno

La sede di Officine Capodarno a Stia

Impianto a biomassa, al via i lavori. 120 mila euro di investimento per riscaldare le Officine Capodarno in chiave di risparmio energetico e rispetto ambientale.

I lavori di realizzazione del nuovo impianto biomassa a servizio delle Offficine Capodarno hanno preso il via in questi giorni nel comune di Pratovecchio Stia e i contributi per la realizzazione del progetto rientrano nel bando vinto dal comune nel 2018 per gli investimenti in energie rinnovabili e risparmio energetico. Nel 2019 è stata portata avanti la progettazione, mentre nel 2020 è stato realizzato l’iter di gara con la consegna dei lavori ad inizio dicembre. Il cantiere invece è iniziato qualche giorno fa e la realizzazione del progetto dovrebbe terminare entro l’estate. Sarà installata una centrale termica a biomassa di cippato e opere complementari, ripristinando anche l’impianto esistente di distribuzione a risparmio energetico.

«Si tratta di un esempio di centro formazione per imprenditoria montana e filiera del legno che dimostra come anche gli enti pubblici possono sfruttare le risorse montane. Grazie all’impianto potremo riscaldare l’intera struttura con un notevole risparmio energetico, in linea con le politiche di montagna» ha spiegato il sindaco Nicolò Caleri.

Nell’impianto di biomassa, saranno utilizzati anche gli scarti delle potature realizzate dal comune tra gli interventi di manutenzione ordinaria. A tal fine è stata anche acquistata una piccola cippatrice. Un esempio per tutta la vallata che si pone in una prospettiva di rispetto ambientale e risparmio energetico grazie anche allo sfruttamento delle risorse montane.

Comunicato stampa