Addio al Maestro Biondi

 Un caro saluto al maestro Giovanni Biondi, generoso e instancabile benefattore della cultura casentinese: era la storia di Strada e soprattutto di Castel San Niccolò, anzi era lui il Castello, la sua memoria e la sua leggenda!
È ancora in rete il filmato di una delle ultime visite in cui abbiamo collaborato (https://www.youtube.com/watch?v=d1o_cMFpRps) e, nell’ultima riunione del giornale, era emersa l’idea di dedicare proprio a lui un articolo nel prossimo numero di Casentinopiù… Non so se ora questo articolo ci sarà, ma intanto dedico con affetto alla sua memoria queste mie commosse poche righe.
 
Riccardo Bargiacchi
 
CONDIVIDI
Articolo precedenteMIELE E CEREALI al centro
Prossimo articoloPratovecchio Stia, iniziano presto i lavori al municipio
Christian Bigiarini - Direttore Responsabile
Christian Bigiarini è nato a Roma nel 1971, ma vive e scrive a Ponte a Poppi (AR) in Casentino. Nel 2005 ha pubblicato la sua prima raccolta di racconti dal titolo “Adesso sono morto”. Nel 2006, a Castelnuovo di Garfagnana ha vinto il premio di narrativa Loris Biagioni con il racconto “La mozione del beep” e nel 2008 ha pubblicato il suo primo romanzo dal titolo “Rosso cuore, nero amore” recensito dal sito recensionelibro.it come uno dei migliori dieci esordi dell’anno. È giornalista pubblicista, dal 2009 collabora stabilmente con il magazine CasentinoPiù e dal 2013 ne è Direttore responsabile. Nel 2011, a Monselice (PD) ha vinto il premio nazionale “Il Poeta e il narratore” con il racconto “Bar Mario”. L’anno successivo, 2012, si è classificato secondo allo stesso concorso con il racconto “5 secondi”. Nel 2012 è uscito il suo secondo romanzo: “O di odio” Onirica Edizioni. “Storie e osterie” (Nicolò Caleri Editore-2013) è la sua terza pubblicazione.