Allarme inglese, in Italia pochi lo parlano ma molti lo richiedono

In un mondo sempre più globalizzato, l’importanza della lingua inglese è ormai cosa nota. Nonostante ciò, in Italia solamente il 19% dei diplomati sa parlarla fluentemente. Una percentuale molto bassa, che fa sì che tra i 35 paesi europei considerati, l’Italia sia al 26esimo posto per conoscenza della lingua.

L’inglese nel mondo del lavoro

Nonostante questa tendenza degli italiani, la conoscenza dell’inglese – e delle lingue in generale – è sempre più richiesta nel mondo del lavoro. Parlare una lingua straniera non solo migliora le possibilità di essere assunti, ma spesso e volentieri è un vero e proprio requisito imprescindibile.

In un momento storico come quello che stiamo vivendo, in cui trovare lavoro è sempre più difficile, la conoscenza delle lingue permette di accedere a molte più opportunità di lavoro. L’internazionalizzazione crescente, inoltre, non fa che spingere ancora di più in questa direzione, andando a premiare di conseguenza coloro che hanno una formazione anche in questo ambito.

Come imparare una seconda lingua

Senza dubbio, imparare le lingue oggi è molto più semplice rispetto a qualche anno fa. Esistono infatti moltissimi modi per apprendere una lingua, e alcuni di questi possono essere messi in pratica stando comodamente da casa.

Oltre al classico soggiorno all’esterno, sono moltissime le opportunità che la rete offre per imparare una lingua straniera: dalle applicazioni gratuite come Duolingo a quelle a pagamento come Babbel, passando per i corsi intensivi brevi o per i corsi di laurea in lingue veri e propri – che consentono di acquisire una preparazione completa e ampia su lingue e culture di altre società – le possibilità sono sterminate.

Le facoltà di laurea telematiche riconosciute dal Miur, in particolare, consentono di ottenere un titolo accademico valido al pari delle università tradizionali, permettendo però un risparmio notevole su diversi costi (come affitto, spostamenti e materiale didattico, per esempio). Sulla pagina https://www.punto-informatico.it/laurea-online-lingue-telematica-distanza/ è possibile scoprire le proposte dei migliori corsi di laurea in lingue online disponibili oggi, che offrono moltissimi sbocchi lavorativi.

Ma anche vedere film o serie tv in lingua originale, ascoltare podcast e audiolibri può rivelarsi molto utile: l’importante è praticare la lingua il più possibile, allenando l’orecchio e prendendo così sempre più familiarità.

Allarme lavoro per la lingua inglese

Come anticipato, nonostante sia assodata l’importanza della conoscenza della lingua inglese, recenti statistiche hanno rivelato che solo un neodiplomato su cinque è in grado di parlarla correttamente.

Un problema, questo, che non riguarda solamente chi sceglie di non imparare l’inglese, bensì anche le aziende. Secondo una recente indagine dell’ente Cambridge Assessment English, infatti, il 96% delle società italiane considera la conoscenza dell’inglese un requisito fondamentale per poter lavorare e fare carriera.

Ultimi Articoli

I Carabinieri di Bibbiena arrestano un pregiudicato per reati di furto in appartamento

Nel tardo pomeriggio di ieri, al termine di un prolungato servizio di osservazione avvenuto nel territorio di Castelfranco Piandiscò (AR), militari della Compagnia di...

Poppi, Simone Guadagnoli eletto Presidente del Consiglio, Daniele Ghelli capogruppo

Lorenzoni: “Persone affidabili e con grandi valori, ognuno nel suo ruolo faranno grandi cose per il bene della comunità”  Nella prima seduta del consiglio comunale...

Al via un nuovo percorso di Pronto Soccorso pediatrico all’Ospedale del Casentino

BIBBIENA - Un nuovo percorso di Pronto Soccorso pediatrico all’Ospedale del Casentino, è questa la soluzione che verrà adottata a partire da sabato 22...