Attesissimo l’appuntamento di venerdi con l’eclisse totale di Luna, uno spettacolo davvero unico che sarà possibile osservare in orario serale a partire dalle 20h e 24m con l’ingresso del disco lunare nell’ombra della Terra. L’inizio della fase di totalità, quella che renderà la Luna di colore rosso, è prevista per le 21h 30m. La fase massima, con la luna al centro del suo tragitto nel cono d’ombra terrestre, avverrà alle 22h 21m, mentre la fine della totalità è prevista per le 00h 18m di sabato 28 luglio.
Si tratta della eclissi totale “più lunga” del secolo in quanto il nostro satellite si colorerà entrando nell’ombra della terra per ben 103 minuti.
Nella stessa serata sarà possibile vedere il pianeta Marte in opposizione, cioè in posizione assolutamente favorevole alla sua osservazione, in quanto il pianeta rosso sorge all’orizzonte est nel momento in cui, all’orizzonte opposto, ad ovest, tramonta il Sole. Il pianeta sarà pertanto visibile per tutta la notte, in posizione prossima alla luna.
L’apparizione corrente è, dopo quella storica dell’agosto del 2003, la migliore in questi 15 anni: si tratta di una cosiddetta “opposizione perielica” di Marte, con il pianeta alla minima distanza dalla Terra (circa 57 milioni di km).
Sarà possibile pertanto anche con piccoli strumenti osservare alcuni particolari della superficie di Marte. Tempesta di sabbia permettendo.
Per permettere di osservare l’evento in modo più consapevole, il “Planetario del Parco”, la struttura permanente per la didattica e la divulgazione dell’astronomia, localizzata presso il Centro Visita del Parco Nazionale Foreste Casentinesi di Stia, organizza una serata interamente dedicata alla Luna Rossa e al Pianeta Rosso.
Il tutto avrà inizio alle 21 con un breve incontro dove sarà spiegato ai partecipanti in cosa consista il fenomeno delle eclissi e della opposizione di un pianeta esterno. Si passerà poi alla osservazione diretta del fenomeno, ad occhio nudo e con telescopi, nel piazzale antistante il Planetario.
Sarà l’occasione per imparare ad orientarsi in cielo, rintracciando il Carro Maggiore e la Stella Polare, e ad identificare le principali costellazioni del cielo estivo
L’eclisse, fra l’altro, avviene in un periodo in cui il cielo offre l’opportunità di osservare i pianeti giganti del sistema solare, Saturno e Giove, rispettivamente nella Bilancia e nel Sagittario.

Mercoledi, giovedi e venerdi (1, 2, 3 agosto) presso il planetario del Parco di Stia si potrà partecipare invece “Il cielo a piccoli passi”, un mini corso di avvicinamento all’astronomia.
E’ un progetto per bambini dagli 8 anni pensato per acquisire le nozioni base di questa scienza in modo divertente. Sono previsti due pomeriggi (mercoledì 1 e giovedì 2 agosto dalle 16 alle 18,30) di attività dedicate al cielo diurno, alle costellazioni e al sistema solare. Nella serata di venerdì 3 i partecipanti,c he riceveranno il diploma di “Piccolo astrofilo”, si cimenteranno nell’osservazione del cielo con binocolo e telescopio. Durante le attività non è richiesta la partecipazione di familiari che sono invece invitati alla serata finale di venerdì.
Per partecipare alle iniziative occorre prenotarsi presso l’ufficio Promozione del Parco nazionale allo 0575. 503029, o la Oros, allo 0575.559477 – 335. 6244537. La quota di partecipazione è 5 euro, gratuito per i bambini sotto i 7 anni.

“E’ partita una nuova stagione al planetario, forte di numeri di partecipanti sempre crescenti. Questi appuntamenti, grazie a personale competente e appassionato, permettono di spaziare tra i segreti del cosmo, in un interessante equilibrio tra la storia delle migliori strumentazioni per la rappresentazione dei pianeti – come il Galileo III, realizzato nelle Officine Galileo – e le attrezzature tecnologicamente più evolute. Si tratta di un’altra bella serata estiva casentinese, occasione incredibile per coinvolgere il pubblico alla scoperta del cielo”. Luca Santini, presidente del Parco.

Comunicato stampa
Parco nazionale delle foreste casentinesi
26 luglio 2018