Iniziativa dell’AMI (Avvocati Matrimonialisti) e dell’Unione dei Comuni presso lo “Spazio Famiglia” di Ponte a Poppi

Nei giorni scorsi si è tenuto presso la sede dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino un incontro di presentazione dello Sportello AMI, rivolto ai Sindaci e agli Assessori alle Politiche Sociali e Pari Opportunità dei Comuni casentinesi. L’incontro è stato organizzato “Al fine di fare promozione di questa nuova opportunità del territorio a favore della cittadinanza”, dice l’assessore alle politiche sociali dell’Unione Eleonora Ducci. Lo Sportello famiglia – AMI Casentino è un progetto della sezione toscana dell’ Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani, realizzato in collaborazione con l’Unione dei Comuni Montani del Casentino.
“Il proposito è quello di fornire un aiuto alle famiglie, non solo tramite degli avvocati, ma anche con l’ausilio di tutte le altre professionalità potenzialmente interessate alle vicende familiari”, prosegue la Ducci. “Per questo gli avvocati operano in equipe con psicologi e mediatori familiari fornendo a titolo gratuito un servizio di primo orientamento giuridico e di supporto psicologico per la tutela delle persone, dei minori e della famiglia”. E’ in fase di distribuzione in questo periodo il materiale informativo (depliant e locandine) che possono essere reperiti nelle sedi comunali, case della salute, ambulatori dei medici di famiglia, dei pediatri e presso le sedi del Servizio Sociale. In Casentino il servizio è realizzato in collaborazione con l’Associazione Matrimonialisti Italiani, sede di Arezzo. Il Presidente regionale dell’associazione Avv. Gianni Baldini esprime la massima soddisfazione per la formula adottata di stretta collaborazione tra Associazione e Ente pubblico nella erogazione di importanti servizi di Welfare a livello locale. Il pool di professionisti comprende le avvocatesse Massimilla Brogi, Michela Ceccherini, Mara Paperini, Beatrice Landi, e la Dott.ssa Chiara Giannini. L’ attività é quella di orientamento legale nei settori di diritto civile e penale delle persone, dei minori e della famiglia, finalizzata all’inquadramento generale delle questioni prospettate dagli utenti. In ambito civile le principali questioni affrontate riguardano crisi del matrimonio (separazione e divorzio), filiazione e responsabilità genitoriale, tutela dei minori, adozione e affidamento, disabilità ed amministrazione di sostegno, eredità, gestione del patrimonio familiare, etc.
In ambito penale, violazione degli obblighi di assistenza familiare, sottrazione di minori, maltrattamenti in famiglia, stalking, violenza sessuale, abusi sui minori e reati familiari in genere. I professionisti dello sportello ricevono il venerdì dalle ore 16 alle 19 (agosto e festività escluse) presso la Sede del Centro Famiglia in Piazza Risorgimento 1 a Ponte a Poppi.
Gli interessati possono prenotare un incontro nella massima riservatezza
– chiamando il numero tel. 0575 507215
– rivolgendosi alla sede dell’Unione dei Comuni tutti i giorni lavorativi in orario 8-13.

Comunicato stampa
Unione dei Comuni del Casentino
Poppi, 01 ottobre 2018