Aranciata e non solo: i benefici delle spremute

La spremuta d’arancia e di agrumi in generale rappresenta una delle bevande favorite per la colazione, grazie al carico di energia e vitamine in essa contenute che aiutano il nostro organismo, sia a livello fisico che mentale, ad affrontare la giornata e rafforzare le difese immunitarie, aspetto ancor più importante nei mesi freddi, dove le basse temperature e la maggiore diffusione dei virus stagionali possono mettere a repentaglio la nostra salute e renderci stanchi e affaticati.

Ma per poter beneficiare a pieno delle tante proprietà benefiche collegate alle spremute, è necessario che quest’ultime siano consumate fresche, con il succo che non deve provenire da una produzione industriale ma attraverso, per l’appunto, la spremitura della frutta, sia essa un’arancia, un limone, un mandarino o un pompelmo.

A cosa serve la spremuta d’arancia

La spremuta d’arancia, come è noto, è sinonimo di vitamina C, alleata per le nostre difese immunitarie, in quanto contrasta efficacemente lo stress ossidativo cellulare, ma non solo. La sua azione è molto importante anche per l’assorbimento del ferro, per favorire la guarigione di ferite e svolge una funzione antiinfiammatoria generalizzata.

La vitamina C è inoltre responsabile della produzione di collagene, migliorando quindi la salute della pelle, delle cartilagini, delle articolazioni e dei vasi sanguigni, favorendo quindi anche la circolazione e il benessere dell’apparato osseo.

La capacità di sintetizzare alcuni neurotrasmettitori e la L-carnitina, la rende ideale anche per coloro che seguono una dieta e vogliono perdere peso, contribuendo al metabolismo dei grassi e agendo come depurante e drenante, migliorando la digestione grazie anche alla presenza di fibre, aiutando il fegato e contrastando gli inestetismi cutanei come la cellulite.

Ma le spremute di agrumi non contengono solo vitamina C. La presenza di vitamina A infatti favorisce la riproduzione cellulare, mentre la vitamina B9, nota anche come acido folico, aiuta a sintetizzare le proteine. I Sali minerali contenuti e il basso apporto calorico rendono la spremuta una bevanda adatta anche a chi fa sport, reidratando i tessuti e conferendo una buona dose di zinco, potassio, calcio, rame e fosforo, quest’ultimo utile anche al benessere mentale, alla concentrazione e al nostro umore.

La niacina (Vitamina B3) e in generale le vitamine del gruppo B della spremuta d’arancia servono alla respirazione cellulare, alla protezione della pelle, dei capelli e al corretto funzionamento dell’apparato cardiocircolatorio.

Perché bere la spremuta d’arancia subito

Come accennato in precedenza, per beneficiare pienamente delle tante proprietà contenute nella spremuta d’arancia e di agrumi è necessario che il succo sia consumato fresco e subito. In quest’ottica, quindi, è importante preferire spremute realizzate sul momento da, per l’appunto, frutta fresca e fortunatamente è proprio nei mesi invernali che l’arancia trova la sua maturazione. I succhi confezionati, infatti, oltre a perdere molte delle sue qualità nutrizionali, a causa del processo di produzione, in molti casi contengono coloranti, conservanti o addensanti che possono risultare anche nocivi per il nostro organismo.

Inoltre, la spremuta d’arancia va bevuta subito dopo la sua realizzazione, in quanto il trascorrere del tempo dà origine al processo di ossidazione che tende a degradare e azzerare totalmente la vitamina C.

Per questo, quando andiamo a fare colazione o vogliamo bere il succo d’arancia, dobbiamo richiedere la versione fresca, spremuta sul momento e berla immediatamente per poter usufruire delle sue incredibili proprietà. Non è un caso quindi che gli esercizi di ristorazione si siano dotati ormai da tempo di spremiagrumi bar per poter offrire ai propri clienti un prodotto di qualità, fresco e nutriente, selezionando le macchine più adatte alle proprie esigenze a livello di produzione, velocità e automazione, per evitare attese snervanti e migliorare il servizio del proprio locale.

Ultimi Articoli

Inaugurazione del porticato della Casa della Salute di Rassina

La Casa della Salute di Rassina ha un nuovo porticato per accogliere i cittadini durante le attese ed evitare sovraffollamenti interni alla struttura. La...

Giornata della Memoria: due storie casentinesi

Un evento per NON DIMENTICARE: domenica 29 gennaio 2023 alle ore 16 a Poppi, in piazza Risorgimento, sarà celebrata la Giornata della Memoria con...

“ShepherdSchool”: nasce nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi la scuola per pastori e allevatori.

Pascoli e opportunità professionali con la zootecnia di montagna: dal mese di aprile partirà presso il centro di formazione "Officine Capodarno" (Stia) la "ShepherdSchool"....