Assicurazioni auto e moto, aumenta la concorrenza e calano i prezzi

La spesa per assicurare la propria auto o moto è una delle voci più cospicue che va ad incidere nel bilancio delle famiglie italiane. Consideriamo che nelle famiglie di tre persone in media sono due le macchine a disposizione di genitori e figli, con una spesa annuale per l’assicurazione obbligatoria RC auto non indifferente. Tale somma aumenta ancora di più nel caso in cui nel nucleo familiare vi sia la presenza di giovani neo patentati, che verranno assicurati attraverso classi di merito elevate, con la conseguenza che dovranno essere versati premi decisamente più elevati.

Nonostante tale spesa rimanga ancora una voce dalle dolenti note per i bilanci familiari, chi stipula oggi una nuova polizza può contare su un netto miglioramento delle tariffe, dovuto principalmente a una maggiore competitività che il settore è in grado di garantire, ma anche grazie all’evoluzione tecnologica e digitale, con le compagnie come UnipolSai che oggi permettono di effettuare il calcolo assicurazione auto direttamente online, ottenendo un preventivo dopo pochi minuti. Inoltre, le polizze del principale gruppo assicurativo italiano offrono efficienza e un’assistenza completa h24 per ogni genere di sinistro o problema del cliente, la possibilità di gestire la propria polizza e interagire con la compagnia direttamente dal proprio smartphone, attraverso un’applicazione dedicata. Non solo quindi velocità, trasparenza e garanzia, ma anche tecnologia, modernizzazione e cambiamenti tecnici hanno permesso un’ottimizzazione del servizio e minori costi per i premi RC auto.

Stando a quanto indicato da un nuovo report, è stata certificata la diminuzione dei premi per assicurare un’automobile o una moto nel corso degli ultimi 9 anni. Se nel 2009 la tariffa RC auto era superiore agli 800 euro, e il miglior prezzo si aggirava attorno ai 500 euro, i due valori oggi sono scesi rispettivamente a 800 e 400 euro. Oltre alla maggiore concorrenza e alla modernizzazione dei servizi offerti, gli altri fattori che hanno determinato tale diminuzione sono: un’offerta più trasparente, l’abolizione del tacito rinnovo, una maggiore sicurezza stradale e nuove politiche di pricing aggiornate dalle compagnie anche giornalmente.

Nonostante questa spinta positiva si registrano ancora ad oggi prezzi che variano in base al territorio in cui si assicura l’utente: si passa infatti dai 323 euro del Friuli-Venezia Giulia agli oltre 620 della Campania. L’andamento dei prezzi in discesa riguarda sia l’assicurazione per le auto ma anche quella per i motociclisti, con una tariffa media che ora è scesa a circa 650 euro e a 350 come prezzo migliore, anche se il calo delle tariffe per le due ruote sembra essere un fattore vincolato ad alcune regioni italiane. Qui in controtendenza è la Campania a far registrare un calo di prezzi dell’ordine di 50 euro sul best price, mentre Lombardia e Piemonte registrano, in controtendenza, un rialzo delle tariffe del 6,2 e 11,6%.

Info Pubb.