il Gruppo tedesco di Bretten, Kraichgau Fahnenschwinger

C’è chi vuole stare con i piedi per terra e chi invece vola in alto. Tra questi c’è senz’altro Giampiero Polverini storico e amatissimo presidente del Gruppo Sbandieratori e musici città di Bibbiena e non certo perché ha “la testa tra le nuvole”, ma perché ha la capacità di portare i sogni nella realtà.

È grazie alla sua “visione dall’alto” che Bibbiena è al centro dell’Europa con un patrimonio culturale e storico unico al mondo, ovvero quello dell’arte di maneggiar l’insegna.

Proprio sotto l’egida della European Confederation Flags, formatasi anche grazie al prezioso contributo dei nostri sbandieratori, che Sabato 27 luglio 2019 nel centro storico di Bibbiena tornerà l’VIII edizione di “Bandiere sotto le stelle”, l’apoteosi di quello che è lo sbandierare con tutte le varianti che le diverse culture vi hanno sapientemente apportato.

La manifestazione – da non perdere per chi ha voglia di grande emozioni e di riempirsi gli occhi e il cuore di bellezza – inizierà alle ore 18.00 in Piazza Roma, nota come “Piazzolina”, e riservata al confronto a rullo di tamburo tra i soli musici dei gruppi partecipanti, oltre che ai giovani “Allievi” degli Sbandieratori di Bibbiena.

Alle ore 21.00, invece, è in programma la parata tra i borghi del centro storico fino a piazza Tarlati, dove alle 21.30 si entra nel vivo di “Bandiere sotto le stelle”: due intense ore di spettacolo che non ha confronti.

Fuoco e bandiere, torna così la “Compagnia de lo Grifone” di Narni che unisce l’arte della bandiera con l’arte del teatro di strada, i combattimenti di stampo medievale e la spettacolarità del fuoco.

Presenti in piazza anche Le Diòmeda, il gruppo femminile di tamburine con i loro rimi incalzanti e le loro scenografie di impatto. Dopo Le Diòmeda si esibiranno il Gruppo Sbandieratori e Musici di Fabriano, il Gruppo tedesco di Bretten Kraichgau Fahnenschwinger e quello ceco Flag Art Monadria, oltre ovviamente ai padroni di casa: i Musici e Sbandieratori Città di Bibbiena.
L’evento è organizzato con il patrocinio del Comune di Bibbiena, con il contributo dello sponsor ESTRA Energia e la collaborazione del Circolo ARCI Bocciofila bibbienese “A. Sassoli”, oltre che con il patrocinio della Regione Toscana.

L’Assessore Daniele Bronchi commenta: “Avere sul territorio un’associazione così preziosa e attiva come gli Sbandieratori di Bibbiena è una fortuna che pochi amministratori possono vantare. Questa realtà – impegnata costantemente a crescere, ad innovarsi, ad apportare ricchezza, a cercare proseliti – è qualcosa di unico, un esempio per tutta la comunità. Non fermarsi è la loro filosofia. Una filosofia che prendo in prestito da loro per portare avanti il percorso appena intrapreso sulla via della semplificazione burocratica e indirizzato alle tantissime associazioni. Questo nella assoluta consapevolezza che sono i volontari con le loro associazioni che tengono vivo un contesto sociale. E ciò rappresenta un aspetto vitale per una comunità. Una comunità si spegne quando tacciono i volontari e il loro mondo. Fare qualcosa per gli altri, uscire fuori dalle proprie case per costruire qualcosa per tutti, per tenere viva una tradizione, per animare i nostri giorni insieme, è qualcosa che non ha un prezzo e non lo avrà mai, perché riguarda ciò che di più e di meglio possono dare e fare le persone per altre persone. Mi impegnerò su questo percorso, come su quello dell’ascolto, prendendo come esempio lo spirito leggiadro di queste bandiere”.

Giampiero Polverini e gli Sbandieratori stanno lavorando in Europa ma anche in Casentino: la volontà espressa è quella di allargare a tutta la vallata l’amore per questa antica arte ( e sport). Un’apertura che porterà nuova linfa vitale a tutto il nostro territorio che Giampiero ci insegna ogni giorno che tutto è fuorchè “una valle chiusa”.

Comunicato stampa
Comune di Bibbiena
Bibbiena, 26 luglio 2019