Bibbiena: aggiornamenti su mascherine e buoni spesa

Il Tavolo di protezione civile del Comune di Bibbiena sta lavorando su più fronti in questi giorni. Per quanto riguarda le mascherine il sindaco Filippo Vagnoli ha fatto sapere che negli ultimi quattro giorni sono state distribuite 2500 mascherine a tutte le attività commerciali e agli esercizi necessari che sono ancora aperti.

Arriveranno a breve anche le 20 mila mascherine acquistate direttamente dal comune che si sommeranno a quelle regionali.

Vagnoli e la Giunta stanno valutando le modalità di consegna a tutte le famiglie bibbienesi. Le ipotesi al vaglio sono due ovvero la consegna diretta famiglia per famiglia fatta dai volontari o il ritiro a blocchi presso il comune. Nei prossimi giorni il Sindaco farà sapere le modalità con esattezza affinchè il tutto avvenga in maniera ordinata.

Vagnoli commenta: “A metà settimana distribuiremo i dispositivi di protezione personale a tutta la cittadinanza l’appello va nella direzione dell’attesa di nostre indicazioni precise a riguardo”.

Il tavolo della protezione civile formato da comune, misericordie di Soci e Bibbiena, Croce Rossa e Carabinieri in pensione sta funzionando a pieno ritmo tra la realizzazione dei pacchi spesa presso il centro di smistamento, il servizio di spesa a domicilio e il servizio di gestione delle donazioni. A questo proposito il Sindaco commenta: “Un ringraziamenti a tutti i casentinesi e alla loro generosità. In due settimane siamo arrivati a 20 mila euro e abbiamo già ordinato 10 mila euro di attrezzature per l’ospedale. Poi faremo anche un ordine per altri  dispositivi di sicurezza. Un bel risultato raggiunto grazie allo sforzo corale di privati e tantissime associazioni. Il tutto si aggiunge alla donazione di Prospettiva”.

 

Per quanto riguarda la situazione sull’emergenza sanitaria il Sindaco commenta: “Devo ringraziare i cittadini che stanno rispettando le regole. I casi positivi sono contenuti. Siamo passati da due a 30 casi in un mese questo è questo è indice del fatto che tutti rispettano le regole. Dobbiamo adesso tenere duro e continuare su questa linea che sta dando ragione ai tanti sforzi fatti”.