Bibbiena, Buoni spesa e BUONIdea di Natale: un aiuto alle famiglie fragili e al commercio

Ritornano i buoni spesa per le famiglie in difficoltà del territorio. Come nelle due volte precedenti, si potrà accedere facendo domanda all’ufficio per il sociale dal 1° al 7 di dicembre. L’ufficio stilerà una graduatoria in base alla quale verranno emessi i buoni per acquisto di beni alimentari.

A questa iniziativa, che organizza e eroga fondi provenienti dalla Stato, l’Amministrazione comunale ha deciso di emettere un altro bando da 30 mila euro complessive con fondi propri, sempre dedicato a famiglie fragili, che riguarda invece l’acquisto di beni non alimentari (abbigliamento, cura della persona ecc).

Il bando si chiama BUONIdea di Natale e avrà delle modalità di accesso simili a quelle dei buoni alimentari ma con la differenza che in queste domande la graduatoria verrà stilata in base all’Isee.

I cittadini che faranno richiesta dei buoni spesa potranno accedere anche al bando BUONIdea.

I buoni per le spese non alimentari potranno arrivare ad un massimo di 100 euro.

L’iniziativa è stata presentata ai commercianti da Francesco Frenos, Assessore al sociale e da Daniele Bronchi Assessore alle attività produttive. Le attività del territorio stanno rispondendo favorevolmente e avranno tempo fino a domani alle 17.00 per dare la loro adesione che, ad oggi, sono ben 40 tra alimentari e non alimentari.

Francesco Frenos commenta: “Per i buoni spesa alimentari siamo arrivati alla terza erogazione grazie ad un lavoro enorme fatto anche dall’ufficio che redige e gestisce i bandi. Abbiamo pensato di unire però due aspetti per agevolare parimenti le famiglie in difficoltà e il commercio”.

A proposito di attività produttive Daniele Bronchi commenta: “Il momento che stiamo attraversando è durissimo per tutti. Molte attività commerciali, a causa della chiusura, stanno soffrendo. Per questo abbiamo pensato di unire i buoni spesa alimentari ad un nuovo bando che andasse da un lato a dare un incentivo alle famiglie in difficoltà, e dall’altro un piccolo aiuto anche ai nostri commercianti. In questo modo creiamo un piccolo cerchio virtuoso che fa bene a tutti e che ci fa entrare in maniera più serena nello spirito natalizio. Il bando BUONIdea è stato fatto appositamente per dare un impulso positivo in questo periodo, ma va anche a rafforzare tutte le iniziative che abbiamo organizzato nei confronti di artigiani e commercianti nei mesi scorsi, le cosiddette 6 azioni per Bibbiena”.

Le 6 azioni per Bibbiena:

  1. l’attivazione del bando a fondo perduto di 77 mila euro per le attività commerciali ed artigianali
  2. bonus idrico sempre per bar e ristoranti
  3. riduzione della bolletta 2020 per la nettezza urbana
  4. occupazione del suolo pubblico gratuita
  5. proroga del pagamento IMU per le aziende in difficoltà
  6. manovra sui dehors

Ultimi Articoli

Colacem, a Natale un bonus di 500 euro ai dipendenti

In occasione del Natale, il Gruppo Financo ha deciso di inserire un bonus di 500 euro netti nella busta paga dei propri dipendenti. “Si tratta”...

L’Isis di Bibbiena al top della classifica Eduscopio

OTTIMI RISULTATI NELLA CLASSIFICA DI EDUSCOPIO  “Soddisfatti per come la nostra scuola emerge dall'annuale classifica di Eduscopio. Avere un posto in classifica così alto significa...

Bibbiena, si inaugura Palazzo Niccolini dopo i lavori di messa in sicurezza ed efficientamento

Domenica 4 dicembre alle ore 15 con ritrovo presso Piazza Grande, verrà inaugurato Palazzo Niccolini, la casa comunale, dopo la conclusione del corposo intervento...