Bibbiena: E anche Tuttosport ha lasciato il centro storico

(di Luca Tafi, SEL Casentino)
Solidarietà e qualche domanda al Vice Sindaco Nassini
Quando siamo intervenuti per denunciare un progressivo abbandono del Centro Storico in occasione del trasferimento di una delle edicole di Bibbiena, ci hanno dato dei “gufi” disfattisti e rancorosi. Non volendo disturbare e rattristire…abbiamo taciuto in attesa del nuovo splendore del nostro centro. Poi nei giorni scorsi un altro negozio storico ha lasciato per trasferirsi altrove: il Tuttosport. E le saracinesche chiuse aumentano e rattristano (ma forse è solo un nostro stato d’animo).
Noi apprezziamo l’impegno del Vice Sindaco Nassini, nonché Assessore al centro Storico, per riqualificare, abbellire, rendere gradevole. Abbiamo apprezzato anche il suo concorso (benché, se avesse avuto po’ di memoria storica avrebbe potuto vedere che non era il primo!).
Dare al centro Storico un bell’aspetto è sicuramente meritevole, sperando che il tutto non si risolva in nuovi e più bei cestini dei rifiuti.
Esprimiamo alla Vice Sindaca anche la nostra solidarietà: capiamo che occuparsi del Centro Storico in una Giunta che ha come obbiettivo prioritario la cementificazione del territorio, la costruzione di supermercati ecc, è mestiere non solo difficile, ma da mission impossible!
Proprio per questo vorremmo chiedere a Lei , che è anche architetto, se condivide le teorie del suo collega di giunta, Assessore all’Urbanistica, che la realizzazione di Supermercati in tutto il territorio comunale non ha niente a che vedere con il degrado e l’abbandono del centro Storico. E comunque vorremmo chiederle come pensa, oltre all’abbellimento estetico, di lavorare per recuperare vitalità economica e presenze abitative all’interno del Centro. Ci domandiamo ancora quali idee e progetti (non solo utopistici, ma con percorsi fattibili) ha la Giunta bibbienese per San Lorenzo o per l’abbellimento, per esempio, dell’ingresso lato Teatro Sole, ormai monumento alla decadenza e sempre più simbolo visivo di un centro in disuso umano.
A noi ci piacerebbe confrontarci, non perché abbiamo soluzioni miracolose, ma per essere prima di tutto informati e poi, magari, potremo dare anche qualche modesto suggerimento,
Buon lavoro, cara vicesindaca. I gufi la salutano con allegria, con affetto e con umana comprensione. Ci dispiacerebbe se facesse la fine del suo predecessore! Insomma il vice sindaco come carica onorifica.
Luca Tafi, SEL Casentino