Bibbiena: fusione con Ortignano Raggiolo, il consiglio comunale approva

Il Consiglio comunale di Bibbiena ha approvato la proposta di fusione con il Comune di Ortignano-Raggiolo. È accaduto nella seduta di ieri, 7 Maggio 2018 con quattro astenuti (Mazzetti, Ferrini, Volpi, Conticini) e un contrario (Katia Righini). Bibbiena, in sostanza, conferma l’esito della votazione del Consiglio Comunale di Ortignano-Raggiolo avvenuta qualche lo scorso 2 di Maggio.
Il percorso burocratico passerà quindi alla Regione Toscana alla quale è stata inviata una richiesta di presentazione di proposta di legge regionale per la fusione dei due comuni.
Il percorso di fusione ha preso avvio già nel 2015 quando i Comune di Bibbiena e Ortignano Raggiolo deliberarono a favore della loro aggregazione. Con la sopraggiunta fusione di altri tre enti, ha poi portato al referendum consultivo per l’istituzione del Comune Casentino La Verna. L’esito, negativo per il Comune di Chiusi della Verna, è stato invece positivo per Ortignano e Bibbiena con percentuali molto alte (61,50% e 55,07%).
“Un processo partecipativo mai interrotto che dopo questi due consigli viene assolutamente rafforzato. Grande soddisfazione, anche se duole evidenziare il fatto che nella scorsa volta il nostro consiglio si espresse all’unanimità sulla stessa fusione”, commenta il Sindaco Daniele Bernardini.
Sindaco e Assessore al Bilancio Filippo Vagnoli evidenziano anche gli aspetti legati alla contribuzione. Con la Legge di Stabilità 2018 sono aumentati i contributi statali per le fusioni. Nel caso specifico di Ortignano-Raggiolo e Bibbiena, nel caso in cui andasse in porto, le comunità potrebbero ottenere circa 17 milioni di euro in dieci anni.

Comunicato stampa
Bibbiena, 8 maggio 2018