Bibbiena, incontro della Giunta con il Prefetto di Arezzo

BIBBIENA – Questa mattina il Sindaco Daniele Brnardini ha accolto, in una visita al territorio, il nuovo Prefetto di Arezzo. Ad uno scambio di vedute, opinioni ed informazioni sul comune e le sue attività, è seguita una visita al Museo Archeologico del Casentino, alla ditta Baraclit e quindi ad uno degli appartamenti in cui sono ospitati alcuni dei richiedenti asilo accolti nel Comune.

Sindaco, Prefetto e assessori hanno parlato a lungo proprio della situazione di accoglienza diffusa che, nel comune di Bibbiena, sta dando buoni frutti anche in termini di integrazione, ma anche dell’emergenza profughi a livello nazionale. Al momento della visita nell’appartamento – coadiuvata da una delle cooperative locali che si occupa di questi aspetti dall’inizio dell’emergenza nazionale – gli ospiti stavano seguendo un corso di italiano, uno dei tanti percorsi messi in atto a livello locale per aiutare il processo di integrazione e soprattutto di formazione di questi giovani. Il modello è stato oggetto di apprezzamento dallo stesso Prefetto.

Sindaco e Assessori, tuttavia, hanno fatto presente più volte che la situazione Bibbiena, pur avendo funzionato molto bene il modello di accoglienza e gestione dei giovani richiedenti asilo – è “al completo”. Il sindaco ha aggiunto che “le cose funzionano proprio perché questa accoglienza diffusa ha consentito processi di accettazione e convivenza pacifica”.

Il Prefetto poi ha chiesto della situazione sulla sicurezza nel comune, anche alla presenza delle forse dell’Ordine – Carabinieri di Bibbiena e Guardia di Finanza di Poppi – e un quadro sulle maggiori realtà produttive.

Una visita alla quale seguiranno altre più approfondite a tutto il territorio. Grande apprezzamento è stato fatto dal Prefetto per il Museo Archeologico.

Comunicato stampa Comune di Bibbiena