Bibbiena, modifiche ai regolamenti dei tributi comunali: agevolazioni per centri storici e frazioni.

Filippo Vagnoli, Assessore al Bilancio del Comune di Bibbiena

Dopo aver ricevuto dal Ministero dell’economia il premio come uno dei comuni più virtuosi d’Italia per la velocità nei pagamenti alle imprese, e attestando una delle pressioni fiscali più basse della provincia, il comune di Bibbiena introduce alcune novità a vantaggio dei centri storici e delle frazioni e lo fa con una manovra significativa sul lato della fiscalità e dei tributi
Nel prossimo Consiglio comunale, infatti, saranno proposte importanti variazioni ad alcuni regolamenti tributari. Innanzitutto la tassa occupazione suolo pubblico (COSAP) vedrà introdotta l’esenzione dal pagamento per occupazioni fino a 40 metri quadrati per interventi di attività edilizia su qualsiasi fabbricato e per attività commerciale dei bar ristoranti alberghi nei centri storici di Bibbiena – Soci – Partina e in tutte le altre frazioni comunali.

Sarà, inoltre, introdotta una riduzione del 50% del canone dovuto per occupazioni temporanee fino ad massimo di mq.40 di suolo pubblico occupato, effettuate da titolari di bar, ristoranti e alberghi nel restante territorio comunale.
Altra novità riguarda il regolamento delle entrate comunali; infatti sarà prevista la possibilità di rateizzazione dei tributi comunali fino ad un massimo di 36 mesi per debitori che si trovano in oggettiva difficoltà di ordine economico e/o sociale.
L’Assessore al Bilancio Filippo Vagnoli commenta: “Grande soddisfazione per queste novità, frutto di un intenso lavoro che sta portando a traguardi fino a poco tempo fa solo immaginati. Il percorso ormai avviato tre anni fa ha portato il nostro Comune ai vertici della virtuosità in termini finanziari e stiamo cercando sempre più agevolazioni ed equità per i nostri cittadini. Credo sia giusto rammentare che il nostro Comune gode di un bilancio sano che permette di tenere una pressione fiscale accettabile. Le agevolazioni introdotte si aggiungono a quelle già presenti come l’esenzione della TASI per i negozi e gli hotel, l’esenzione dell’addizionale IRPEF per i redditi sotto i 10.000€ e i rimborsi TARI per soggetti economicamente svantaggiati”.

Comune di Bibbiena