Bibbiena, murales per una scuola più bella e a misura di bambino

Grazie ai finanziamenti legati alla Festa della Toscane, al partenariato del Comune di Bibbiena e al coinvolgimento della pittrice e artista Silvia Rossi, l’Istituto comprensivo di Bibbiena ha realizzato dei murales all’interno della scuola dell’Infanzia di Bibbiena Stazione e all’esterno della Scuola Primaria di Viale Michelangelo.

I murales, il cui progetto è stato seguito e realizzato da Silvia Rossi con il supporto attivo degli studenti più grandi, si unisce ad altri due percorsi sul tema della pace ovvero un concerto degli studenti del musicale e un laboratorio teatrale coordinato dall’Accademia di Teatro Nata.

L’Assessora alla Pubblica istruzione Francesca Nassini commenta: “I murales di Silvia Rossi non sono solo un abbellimento delle strutture ma un progetto d’arte vero e proprio che la pittrice ha definito in collaborazione con la scuola ed il comune per mettere al centro di questi edifici il concetto di bellezza. I disegni che Silvia ha realizzato sulle pareti sono delle copie di disegni fatti dai bambini stessi sul tema della pace. Gli spazi comuni così colorati e valorizzati rappresentano la base per una valorizzazione generale delle scuole come luoghi di creatività e di crescita. Molto onorata per aver sostenuto la scuola in questo percorso che, certamente, potrà avere in seguito nel prossimo futuro”.

Gatti colorati, animali, cuori che parlano al mondo, bandiere e arcobaleni, sogni sospesi, speranze che prendono forma e i colori del futuro. Silvia Rossi ha saputo, con arte e professionalità, dare un’anima parlante a queste figure e alle intenzioni dei bambini nel momento che gli stessi hanno cercato di riproporre su un foglio bianco la loro idea di pace e di mondo.

Silvia Rossi commenta: “Sono ovviamente felice del lavoro svolto e di aver lavorato attivamente con i ragazzi, che cosí si sono visti partecipi di un progetto che riguarda non solo loro, ma anche tutti gli studenti che verranno nei prossimi anni.

In questo modo si sono presi cura di un ambiente che oggi sará un po’ piú a loro misura. La scelta poi di usare senza alterare i soggetti da loro disegnati é perché trovo giusto che i ragazzi si ritrovino e si sentano rappresentati da quei disegni, in cui possono riconoscersi. Non hanno solo fatto “un disegno”, ma hanno fatto i loro disegni. Trovo questo molto importante per la loro autostima e come forma utile a riconoscere il loro diritto di avere un spazio del mondo cosí come sono”.

Conclude la Dirigente Alessandra Mucci: “l progetto di questo anno per la Festa della Toscana 2021 ha il titolo “Costruire la pace, dal contesto locale al contesto globale”. Ingloba vari percorsi didattici che hanno l’intento di portare gli studenti dai tre ai quattordici anni a costruire il valore della pace, del rispetto, del dialogo. Oltre al laboratorio teatrale e dell’orchestra della scuola secondaria, due laboratori erano sull’area espressivo pittorica per i bambini della scuola  dell’infanzia e della scuola primaria. L’idea, invece, di dipingere la scuola nasce dalla convinzione, dimostrata da studi sul tema, che in spazi e ambienti “belli”, a misura di bambino, si sviluppano menti, valori, principi positivi. I laboratori, inoltre, sono l’occasione per lavoro di gruppo  socializzazione e inclusione,  con il coordinamento delle docenti Cinzia  Ciampelli e Gemma Vigiani. I laboratori hanno di fatto coinvolto tutti i bambini dei due plessi, in forme ovviamente plurime. Grazie a Silvia Rossi che ancora una volta ha dimostrato la sua competenza, professionalità e amore per il suo lavoro e per il suo territorio”.

Ultimi Articoli

Voci dal Casentino: “Martedì d’autore”… incontri letterari in una cornice perfetta

L’Associazione culturale “La cornucopia” e nella fattispecie il presidente Giulio Locatelli, scrittore e poeta subbianese, ha istituito per più martedì estivi, degli incontri riguardanti...

Bibbiena, tutto pronto per l’inaugurazione dell’Imagine Camp di Santa Maria

Gli street Artist Andrea Crespi e Manu Invisible hanno completato il lavoro sulla pace nel campo da basket di Piazzale John Lennon che sarà...

Oltre 2 milioni di euro per la rigenerazione culturale, sociale ed economica di Chiusi della Verna e Ortignano Raggiolo

Unici territori della vallata ad aver vinto il bando ministeriale.  Uno straordinario risultato per Chiusi della Verna e Ortignano Raggiolo, i due comuni casentinesi accomunati...