Bibbiena: nuove installazioni, nuovo modo di accogliere

Indicazioni sui punti di interesse culturale, architettonico, religioso, mappe ai principali ingressi del paese, totem informativi con materiale su Bibbiena e il Casentino.

Questo il grande progetto che ha cambiato il volto del centro storico di Bibbiena che oggi si presenta sicuramente più affascinante, ma anche più ospitale.

Tutto è stato realizzato in corten per mantenere uniformità con il progetto di “Bibbiena città della fotografia” e con il resto dell’arredo urbano già presente.

L’Assessore al Turismo Francesca Nassini commenta: “L’impatto visivo ed emotivo che offre questo nuovo arredamento è notevole. Grazie ad uno studio anche grafico fatto con Daniele Bartolini di DB Grafica, siamo riusciti a rendere il tutto non solo funzionale, ma anche molto bello. Un territorio che punta al turismo non può prescindere da questa attenzione verso chi arriva da noi, verso coloro che intendono conoscerci meglio. L’accoglienza parte da qui”.

Nassini torna sul tema dell’accoglienza turistica parlando dei totem: “Non possiamo pretendere di fare promozione turistica senza pensare al momento in cui coloro ai quali ci siamo rivolti tramite campagne mirate, arrivano poi sul posto. Per questo abbiamo realizzato i totem informativi nei quali il turista e il viaggiatore possono trovare tutto il materiale per conoscere il centro cittadino ma anche tutto il Casentino. Dobbiamo essere in grado di promuoverci in modo coordinato, legando le nostre emergenze a quelle di tutta la vallata. L’installazione dei totem continuerà prossimamente per coprire al meglio tutta l’area”.

L’Assessore al turismo parla anche dell’importanza delle informazioni di servizio: “Agli ingressi del centro, inoltre, abbiamo pensato a realizzare sempre in corten delle mappe con tutte le informazioni utili o come si dice, informazioni di servizio: attività commerciali, cultura, arte e architettura religiosa e punto informazioni. Oltre ad avere un bell’impatto visivo, inserendosi, anche come materiale, in modo molto delicato nel contesto storico, offrono uno spaccato preciso del centro storico e di cosa si può trovare al suo interno”.

Il Sindaco Vagnoli conclude: “Abbiamo lavorato molto sul fronte della promozione turistica grazie al nostro assessore Nassini e all’Ambito turistico. Per questo era necessario rafforzare anche l’aspetto dell’accoglienza. Il centro storico, adesso, è davvero un museo all’aperto grazie al progetto sulla fotografia e grazie adesso a queste bellissime installazioni di pregio che rendono la scoperta più affascinante. Ringrazio tutti coloro che hanno lavoro a questo percorso, i risultati sono sotto gli occhi e aprono anche il cuore come sanno fare solo le cose di grande valore”.

L’investimento complessivo fatto dal Comune su questo progetto è stato di 20.000 euro.

 

Ultimi Articoli

Al Cifa di Bibbiena la reunion della Brizzi Big Band

Casentino Jazz Orchestra: la mitica formazione torna di nuovo ad esibirsi venerdì 21 giugno alle 21.30 al Cifa di Bibbiena Metti un gruppo di grandi...

“La cultura della fatica”: il 19 giugno la presentazione del progetto al castello di Porciano

Il 19 giugno alle ore 17:30, presso il castello di Porciano, è prevista la presentazione del progetto "La cultura della fatica" promosso dall'Unione dei...

Tutto pronto per la Granfondo Città di Poppi: boom di iscrizioni

A una settimana dall’evento si può già dire che la Granfondo Città di Poppi sarà un grande successo. Il numero di iscritti ha già...