Bibbiena, pacchi alimentari pronti: martedì parte la distribuzione

Nessuno sarà lasciato solo. Da questa emergenza ne verremo fuori uniti e con senso di responsabilità nei confronti di tutti i nostri cittadini”. Con queste parole il Sindaco Filippo Vagnoli e l’Assessore  FRANCESCO FRENOS annunciano l’attivazione del centro di smistamento dei pacchi alimentari aperto – grazie alla concessione di un privato – in un fondo che si vicino ai Vigili del fuoco di Bibbiena.

I generi alimentari – acquistati dall’amministrazione in sette piccoli negozi del territorio bibbienese per un importo complessivo di oltre 10 mila euro per questa prima tranche – sono arrivati nel centro e nel corso di questa giornata i componenti dell’amministrazione li apriranno e realizzeranno i pacchi alimentari che andranno ai cittadini aventi diritto.

Per accedere a questo tipo di aiuto è necessario fare richiesta formale presso l’Ufficio sociale del Comune. Da lunedì, ogni giorno, si riunirà la Commissione che selezionerà gli aventi diritto secondo criteri condivisi a livello di giunta e seguendo anche le indicazioni del Governo. Agli aventi diritto sarà data comunicazione dall’ufficio sociale e potranno andare a ritirare il “pacco viveri” , muniti di documento di riconoscimento, presso il centro ogni pomeriggio nella fascia oraria che gli sarà indicata.

Per coloro che saranno impossibilitati a farlo, le misericordie di Soci e Bibbiena e la Croce Rossa si occuperanno della consegna domicilio.

L’Assessore  FRANCESCO FRENOS commenta: “I pacchi, come già anticipato, andranno in particolare alle persone che sono già seguite dai servizi sociali e che non potranno invece avere accesso ai buoni spesa i cui fondi sono stati messi a disposizione dai comuni dal Governo. Con questa operazione vorremmo far sentire in modo concreto la vicinanza del comune a tutti quei cittadini che in questo periodo stanno soffrendo per mancanza di lavoro. Il motto che ci siamo dati è proprio questo “nessuno escluso”. 

L’Assessore alle attività produttive Daniel Bronchi sottolinea inoltre che “Un aspetto che ritengo di primaria importanza è quello relativo ai piccoli negozi di vicinato coinvolti in questa operazione. Infatti queste forniture alimentari le abbiamo acquistate in questi negozi e  al nostro appello hanno risposto in sette. Questa cosa consente di fare economia di prossimità e di riattivare dei gangli economici spesso in sofferenza”.

Il Sindaco Filippo Vagnoli conclude: “Da martedì partiremo con tutta l’operazione ‘Nessuno escluso’ quindi sia con i buoni spesa che con i pacchi. I due aspetti, come detto dall’Assessore  FRENOS si compendiano. Il nostro obiettivo è quello di dare aiuto a chi davvero ha bisogno, magari anche persone e famiglie che in tempi normali ce la fanno benissimo in autonomia. Questo in un’ottica di solidarietà sociale in un momento di emergenza estrema. Io e gli assessori saremo a turno al centro di smistamento. Grazie ai consiglieri di maggioranza che si sono resi disponibili a dare una mano in questa giornata in cui i generi alimentari pervenuti dovranno essere divisi e fatti i pacchi aiuto; infine un grazie alle misericordie, croce rossa e associazione carabinieri per il costante aiuto che ci stanno offrendo”. 

C. Stampa