Bibbiena, servizi sociali: i più deboli al centro

Francesco Frenos

Durante la pandemia si è allargata la forbice della povertà, dei problemi sociali e sanitari delle fasce più deboli. Il Comune di Bibbiena in questo percorso, ha scelto di non mollare, garantendo, anche in epoca emergenziale, tutti i servizi e assistendo, anche con manovre aggiuntive, le parti più fragili. Per il 2022 posso già anticipare che verranno attivati altri bandi di aiuto alimentari e no alimentari”. Con queste parole l’Assessore al Sociale Francesco Frenos fa il punto su ciò che è stato fatto nel 2021 e guarda al futuro.

Il Comune di Bibbiena ha in carico circa 98 utenti con svariate difficoltà e 40 famiglie fragili dal punto di vista economico per un investimento complessivo sul sociale di oltre 1 milione di euro, confermato anche nell’ultimo bilancio.

Frenos continua: “La crisi sanitaria ha influito negativamente su coloro che già avevano difficoltà soprattutto occupazionali ed economiche in generale. Per questo abbiamo deciso di mantenere aperte tutte le strade di aiuti, dagli inserimenti lavorativi agli aiuti economici”.

Anche sul fronte sociale la scelta è stata quella di lasciare attivi anche i servizi di trasporto sociale dedicati a quei soggetti fragili, dagli anziani soli, ai diversamente abili e grazie alle convenzioni rinnovate con il terzo settore. Così è stato fatto anche con gli interventi socio-educativi fatti a scuola e non solo per i ragazzi in difficoltà. Si tratta di programmi fatti sui bisogni specifici di ogni persona, quindi molto pesanti anche a livello organizzativo.

Per la disabilità è stata predisposta una gara per garantire per i prossimi 5 anni, i servizi del Centro Diurno di Bibbiena l’Isola che non c’è che ospita 11 persone.

Nell’ultimo bando sui Buoni Spesa sono state 201 le domande a cui è stata data una risposta concreta da parte del comune.

Bibbiena è inoltre il comune capofila per il Casentino a livello ministeriale per il reddito di cittadinanza.

Frenos conferma il sostegno alle famiglie in quarantena o impossibilitate a fare la spesa e a comprare farmaci con il mantenimento dei numeri comunali di aiuto: 0575 530662-530671