Bibbiena spinge sui cantieri nonostante l’aumento dei prezzi e la mancanza di materie prime

“Sono ben 20 i cantieri terminati in questi tre anni, 6 in corso e ben 10 quelli in partenza per un investimento complessivo di 15 milioni di euro. E questo nonostante l’aumento dei costi dei materiali e la mancanza di materie prime”. Con queste parole il Sindaco di Bibbiena Filippo Vagnoli intende fare un bilancio dei lavori conclusi, quelli in corso e di quelli in partenza alla luce delle sfavorevoli congiunture internazionali che rendono difficile, per un’amministrazione, riuscire a stare al passo soprattutto con l’aumento dei prezzi.

Vagnoli commenta: “Tra la guerra in corso e la bolla che si è venuta a creare con il 110, per un’amministrazione pubblica non è facile tenere la barra dritta sui lavori. Attualmente i nostri cantieri aperti sono sei: efficientamento piscina e tennis, scuola materna di Soci, efficientamento medie Bibbiena, nuovo marciapiede delle Nave, ultimo stralcio dei lavori alla frana di Terrossola. Per l’amministrazione l’aumento incontrollato dei prezzi ha significato rivedere tutti i computi e questo ci ha richiesto e ci sta richiedendo uno sforzo amministrativo ed economico notevole che stiamo affrontando giorno dopo giorno con gli uffici competenti. In sostanza per i 5 milioni di cantieri in corso dobbiamo trovare diverse centinaia di migliaia di euro di risorse aggiuntive e così sarà anche per quelli in partenza nei prossimi mesi se non arriverà un inversione di tendenza nazionale. Nonostante questo i cantieri stanno procedendo, alcuni con qualche rallentamento, ma non si sono fermati e questo è fondamentale”.

Tra i cantieri conclusi rammentiamo per importanza la ciclopista Partina-Camaldoli, Palazzo e giardino comunale, nuovo centro civico di Soci, nuovo parco di via Cedro a Soci, nuovo campetto di Santa Maria, Teatro Dovizi, nuovi accessi di Serravalle e Marciano, Piazza Tarlati e il Chiostro di San Lorenzo.

Entro fine mandato partiranno altri dieci cantieri: nuova palestra di Bibbiena presso le scuole elementari, borgo di Partina, Piazza Soci, efficientamento energetico delle scuole di Soci e Bibbiena.

Il primo cittadino conclude: “Per fare tutto questo in un dei periodi più duri della storia recente, un’amministrazione deve essere proattiva, agire di anticipo con progettazioni mirate e quindi trovare risorse aggiuntive che consentano di investire sul territorio. Accanto a questo serve un’organizzazione interna mirata e adeguatamente formata. Insomma, niente viene a caso. Dietro ad un percorso virtuoso ci sono sforzi enormi che esigono presenza attiva e studio di soluzioni alternative. Ringrazio gli uffici competenti del lavoro che stanno facendo e hanno fatto in questi anni difficilissimi senza mai arretrare. Grazie anche alla mia squadra di giunta e consiglio che mi sostiene nelle scelte, spesso difficili, che come amministratori siamo chiamati a prendere in questi periodi; infine un grazie anche alle ditte che nonostante tutto collaborano per trovare soluzioni”.

Ultimi Articoli

I Carabinieri di Bibbiena arrestano un pregiudicato per reati di furto in appartamento

Nel tardo pomeriggio di ieri, al termine di un prolungato servizio di osservazione avvenuto nel territorio di Castelfranco Piandiscò (AR), militari della Compagnia di...

Poppi, Simone Guadagnoli eletto Presidente del Consiglio, Daniele Ghelli capogruppo

Lorenzoni: “Persone affidabili e con grandi valori, ognuno nel suo ruolo faranno grandi cose per il bene della comunità”  Nella prima seduta del consiglio comunale...

Al via un nuovo percorso di Pronto Soccorso pediatrico all’Ospedale del Casentino

BIBBIENA - Un nuovo percorso di Pronto Soccorso pediatrico all’Ospedale del Casentino, è questa la soluzione che verrà adottata a partire da sabato 22...