C. della Verna: taglio del nastro per il primo Centro Territoriale della Salute

Giampaolo Tellini

Tellini: “Massimo impegno per garantire continuità nell’assistenza sanitaria dei nostri cittadini”.
 
Nonostante le tante difficoltà a cui continuano ad andare incontro i piccoli paesi di montagna, anche dal punto di vista sanitario, con i medici che fanno fatica ad assicurare il servizio in territori vasti e poco popolati, i cittadini di Chiusi della Verna non sono mai rimasti senza medico generale, con il massimo impegno da parte dell’amministrazione comunale nel collaborare e garantire continuità, limitando al minimo i disagi.
 
“Devo ringraziare in modo sentito il dottor Maiellano che con sacrificio ha continuato a garantire il suo lavoro, nonostante i tanti ambulatori in più paesi, tutti lontani tra di loro – ha spiegato il sindaco Giampaolo Tellini – i cittadini che abitano distanti dai grandi ospedali devono a maggior ragione poter contare sulla figura del medico di famiglia, sulla quale nel mio comune stiamo investendo molto. Anziché depotenziare il servizio infatti abbiamo lavorato per dotare gli ambulatori di ulteriori strumenti, come ad esempio l’elettrocardiogramma, e abbiamo realizzato il primo Centro Territoraile della Salute nato in Casentino. Ringrazio anche il nuovo dottor Guido Santini per la professionalità con cui sta svolgendo il suo lavoro in sostituzione di Maiellano”.

Il nuovo dottor Santini, oltre che nel capoluogo, è presente anche nei due ambulatori di Corezzo e Rimbocchi. È in corso inoltre una valutazione per estendere il servizio al Corsalone. Inoltre grazie ad un importante lavoro di collaborazione, nel nuovo poliambulatorio di Chiusi, la Asl riattiverà anche i prelievi del sangue, limitando così i disagi legati agli spostamenti dei cittadini. L’obiettivo del progetto del nuovo Centro, è quello di raggruppare in un’unica struttura più servizi: un nuovo ambulatorio, una sala conferenze, la biblioteca comunale ed eventualmente, in futuro, anche la farmacia che pur continuando ad essere di proprietà del comune ha recentemente cambiato gestione. Per quanto riguarda l’ambulatorio, questo nel nuovo Centro vedrà la presenza accanto al medico di due infermieri, di cui uno presente da subito mentre l’altro, l’ “infermiere di comunità”, attivato in un secondo momento.

“Ringrazio anche il dottor Montaini Alessandro direttore della farmacia, che ha reso possibile il proseguimento di un servizio essenziale per la popolazione di Chiusi della Verna, rinnovandolo e migliorandolo – ha concluso Tellini – ma un grazie va anche alla Asl e alla Regione, che attraverso i nostri rappresentanti in Consiglio Regionale, Vincenzo Ceccarelli e Lucia De Robertis, dimostra sempre attenzione e sostegno alle aree interne”.

Comunicato stampa