Camper vaccinale a Poppi, Toni: “Confido nel senso di responsabilità dei genitori, proteggiamo i nostri bambini”

Camper vaccinale davanti alla scuola primaria di Poppi: accesso libero per la fascia 5-11 anni.

Su iniziativa della Azienda USL Toscana Sud-Est, nella giornata di mercoledì 2 febbraio dalle 12 alle 17 all’interno del cortile della scuola primaria di Poppi, in viale dei Pini, sarà presente un camper vaccinale anti-Covid 19, riservato ai bambini nella fascia di età 5-11 che avranno accesso diretto senza dover effettuare alcuna registrazione sul portale della Regione.

Per aderire alla campagna vaccinale i minori dovranno presentarsi muniti di tessera sanitaria e di documento d’identità valido, accompagnati da entrambi i genitori muniti anch’essi di documento d’identità valido. In caso di assenza di un genitore, dovrà essere esibito il modulo di delega/autorizzazione unitamente alla fotocopia del documento d’identità.

“Confidiamo nel senso di responsabilità dei genitori che sono certo parteciperanno all’iniziativa, vaccinando i propri figli e proteggendoli dalle complicazioni che a volte, anche nei piccoli, la malattia porta – ha dichiarato il sindaco di Poppi Carlo Toni – ringrazio la dirigente scolastica per aver aderito nell’immediatezza alla campagna vaccinale e la Asl per questa possibilità, e faccio un appello affinché ognuno di noi contribuisca alla battaglia contro il Covid cha da due anni ha stravolto le nostre vite”.

“I nostri bambini hanno un privilegio enorme potendo accedere a vaccini anti Covid disponibili e gratuiti, a differenza di quanto avviene in molte altre parti del mondo, dove poter vaccinare i propri figli è ancora un miraggio – ha dichiarato l’assessore al sociale nel comune di Poppi Giovanna Tizzi – l’obiettivo è quello di lottare insieme affinché nel mondo tutti possano aver accesso alla campagna vaccinale, è questo l’obiettivo, che insieme dobbiamo perseguite, tralasciando le posizioni individuali. Le cure anti-pandemiche devono diventare un bene globale”.

Hanno aderito all’iniziativa dieci istituti comprensivi della provincia di Siena, cinque di Arezzo, cinque di Grosseto, per un totale di quasi 6000 bambini che avranno, così, la possibilità di aumentare le loro difese immunitarie contro il virus e contribuire come parte attiva alla battaglia contro il Covid-19 nella speranza di recuperare al più presto la libertà di socializzare, fare sport, festeggiare compleanni e tutte quelle attività legate alla felicità dell’infanzia.

Comunicato stampa

Ultimi Articoli

Il Metaverso: Bibbiena presenta il futuro

Il 27 agosto prossimo Bibbiena sarà la location di un evento nazionale che ci catapulterà tutti nel futuro prossimo attraverso il metaverso. Il metaverse è...

Jacopo Piantini riconfermato Vice Presidente nazionale di Enelcaccia

“Con grande orgoglio apprendo la notizia che il nostro Assistente scelto della Polizia Municipale di Bibbiena Jacopo Piantini, è stato riconfermato nel ruolo di...

Alta velocità, il Comitato Sava incontra il Gruppo LFI

Domenico Alberti “senza misure straordinarie di rilancio dell'economia e delle infrastrutture sono a rischio molte famiglie e imprese”   Arezzo - Le prime cinquemiladuecentoventidue firme pro Medio...