Carabinieri Bibbiena, un piccolo intervento dal grande significato

Ieri mattina intorno alle 10:30, i vigili del fuoco in una remota località de territorio, anch’essa servita da una stazione carabinieri, hanno allertato la centrale operativa dei Carabinieri di Bibbiena per un’emergenza legata ad una signora anziana.
L’operatore, si è subito messo in contatto con i colleghi dei vigili de fuoco e ha appreso che vi era stata una richiesta di aiuto di una signora che però non riusciva più ad essere rintracciata e nemmeno era stato compreso il motivo della richiesta.
La Centrale Operativa, coordinando l’intervento, ha inviato un equipaggio della Polizia Municipale dell’Unione dei Comuni che, rintracciata l’anziana, comunicava di aver bisogno di un aiuto per il marito ammalato, il quale non riusciva ad alzarsi da una sedia apposita, a causa dell’assenza di energia elettrica. Con il personale della USL infine veniva provveduto alle necessità dei due anziani.
Certamente un episodio “ordinario” che sottolinea ancora una volta come su un territorio come quello casentinese, nel quale insistono realtà isolate, siano fondamentali i presidi delle Stazioni Carabinieri e la presenza di una Centrale Operativa, in servizio h24 e presso la quale si attesta il “112”, numero unico di emergenza, in grado di coordinare in breve attività di specifica competenza, riguardo alle pattuglie impiegate nel servizio di controllo del territorio e sopratutto di soccorso con la presenza di altri qualificatissimi enti come i Vigili del Fuoco, le polizie locali e l’autorità sanitaria.
Comunicato stampa