Marri, dichiarazioni a conclusione della campagna elettorale

David Marri
Comunicato stampa del candidato alle Elezioni regionali David Marri – Fratelli d’Italia

“Molti amici e cittadini con i quali ho condiviso in questi due anni numerose battaglie politiche in difesa e tutela della nostra meravigliosa provincia, mi hanno chiesto di poter far sentire la loro voce nell’organismo di governo regionale. Nonostante gli impegni familiari e professionali, la passione politica e l’amore per il mio territorio ha fatto sì che non potessi tirarmi indietro. È stata una decisione difficile, ma le sfide fanno parte della vita ed in fondo è importante anche per se stessi mettersi sempre in discussione.

I temi che mi stanno maggiormente a cuore sono molteplici, a partire dalla Sanità: voglio intervenire sul sistema socio sanitario, dove i servizi territoriali non sono mai effettivamente decollati e si può ringraziare l’instancabile impegno degli operatori se qualcosa funziona. Ristrutturare non basta, come nel caso del Pronto Soccorso dell’ospedale di Bibbiena, sono necessarie professionalità, personale e specializzazioni negli ospedali di vallata, che devono diventare eccellenze. Per il nosocomio di Bibbiena proporrò l’ortopedia. Poi voglio intervenire sul sistema del soccorso toscano, chiamato ad essere operativo sulle 24 ore. Non bastano 9.400 euro al mese di una postazione PET per far quadrare i conti, le Misericordie della Toscana, così come le Anpas e le C.R.I., hanno bisogno di maggiori risorse. Mi occuperò della scuola, affinchè non manchino risorse e personale per i nostri ragazzi, che hanno il diritto di frequentare le lezioni in sicurezza e serenità, di trasporti e mobilità, perché finalmente vengano realizzate le grandi opere sempre promesse ma rimaste sulla carta, delle incompiute. E poi saprò ascoltare le istanze provenienti da tutta la comunità aretina e dal Casentino in particolare. Credo che l’ascolto sia importante, soprattutto in questa fase. Sono convinto che abbiamo di fronte un periodo devastante dal punto di vista economico e lavorativo, sarà importante capire bene dove e come intervenire, contando sulle risorse del Recovery fund europeo che arriveranno alla Regione Toscana.

C’è bisogno di nuove idee, di una vera progettualità che attraverso una diversa classe dirigente possa garantire a tutti i territori toscani una reale ed equilibrata crescita. Per quanto riguarda in particolare il Casentino, se non ci sarà un deciso cambiamento nel modo di fare politica, nel modo di affrontare i problemi e  nell’autorevolezza della voce di chi li rappresenta , penso che il tempo futuro potrà essere molto complesso.

Fratelli d’Italia, il partito con cui mi candido, è divenuto nel tempo un partito a cui gran parte dell’elettorato moderato riconosce dinamismo, coerenza, senso delle istituzioni, attaccamento all’interesse nazionale ed una dinamica capacità di interpretare in maniera schietta e franca le reali esigenze degli italiani e, per quanto ci riguarda, dei toscani in particolare.  La mia presenza vuole proprio esaltare questo, dare forza alle politiche per lo sviluppo economico, sociale e turistico della regione dove la provincia di Arezzo ed il Casentino in particolare dovranno poter uscire dal cono d’ombra in cui per decenni sono stati tenuti.”

Cambiare è indispensabile.  Ora è anche possibile.

David Marri, 48 anni sposato con due figli,  odontoiatra chirurgo orale libero professionista. Una formazione internazionale da Barcellona alla Ucla university di Los Angeles passando da università di Firenze al San Raffaele dico da poco ha terminato il postgraduate in parodontologia.  Ha tre studi odontoiatrici, 7 dipendenti e 5 collaboratori. In politica, oltre l’esperienza di consigliere provinciale a cavallo tra gli anni 90 e il duemila dall’anno scorso è capogruppo della lista civica di minoranza al Comune di Poppi.