A novembre iniziano i lavori di cablatura della banda ultra larga a Castel Focognano. “Ringrazio la Regione Toscana, in primis l’Assessore Vittorio Bugli e la sua Agenda Digitale, per questa grande opportunità offerta a un territorio come il nostro”, dice il Sindaco Massimiliano Sestini. “Avere una infrastruttura di questo tipo consentirà non solo di avere un’altissima velocità di navigazione in Internet, ma anche comunicazioni più stabili e sicure”. Un vantaggio strategico che porterà risvolti positivi per i cittadini e per tutto il tessuto sociale ed economico. “Considerando che nel 2014 non era presente alcuna connessione in fibra ottica, mentre ad oggi le utenze raggiunte sono meno del 10%, nel 2019 avremo una copertura capillare del comune, dal capoluogo di Rassina alla località di Zenna, dal Campaccio a Cinano.” La Toscana sarà la prima regione d’Italia interamente coperta dalla rete veloce nei prossimi due anni: grazie ad un piano di intervento pubblico di Regione e Ministero che vale complessivamente 228 milioni, saranno coperte le cosiddette aree bianche, quei territori, cioè, che con la sola logica di mercato non si riuscirebbe a coprire, perché meno popolati o meno densamente frequentati da aziende. Dalle stime dello scorso anno si parla di 784 mila toscani interessati dall’intervento e 364 mila edifici tra uffici, aziende, abitazioni. Open Fiber, l’azienda che ha vinto l’appalto e che contribuirà alla spese di realizzazione dell’infrastruttura, è un operatore che vende servizi in fibra ottica esclusivamente nel mercato all’ingrosso. Grazie alla fibra ottica case, condomini, scuole, uffici, aziende e strutture della Pubblica Amministrazione velocizzeranno il processo di digitalizzazione, semplificando e migliorando le relazioni fra cittadini e P.A. e aumentando la produttività e la competitività delle imprese.

Comunicato stampa
Unione dei Comuni del Casentino
Poppi, 27 ottobre 2018