“Siamo per il ritorno all’autonomia dei distretti socio-sanitari di Casentino, Valtiberina ed Arezzo. In Consiglio stiamo stati quelli che per primi abbiamo sollevato la situazione, per primi ci siamo mossi con un’interrogazione. La nuova modifica, la nuova legge sui sub distretti sanitari, è per noi un “pannicello” caldo e non potrà far sì che i territori tornino ad essere autonomi, con le ovvie e inevitabili conseguenze per i servizi ai cittadini”. Questo il commento del Consigliere regionale Marco Casucci (Lega), dopo le proteste sollevate anche dai sindaci della zona per la decisione della Regione, un anno fa, di accorpare i distretti socio-sanitari di Casentino, Valtiberina ed Arezzo creando un “distrettone” e la creazione, recentemente, di sub-distretti.

Addetto Stampa Segretario Ufficio di Presidenza