Centri Estivi a Bibbiena: 9 proposte per tutte le età

Assessora Francesca Nassini: “Una grande risposta da parte delle associazioni sportive e del volontariato”.

Sono nove le proposte bibbienesi per i Centri Estivi 2021 e comprendono proposte di varia natura, dallo sport, alle esperienze in natura per bambini e ragazzi dai 3 anni ai 16 anni.

L’Assessora Francesca Nassini commenta: “E’ una estate molto particolare, quella in cui siamo appena entrati. Dal un lato l’agognata ripresa con la vaccinazione di massa in atto, dall’altro l’uscita da un periodo molto duro per i ragazzi ed i bambini del nostro territorio. I centri estivi rappresentano, così, sia un modo per ritrovarsi e recuperare la socialità perduta, sia un’ottima opportunità per i genitori di conciliare i loro tempi di cura e lavoro. Come amministrazione ci siamo impegnati sul fronte dei bambini più piccoli con centri estivi dedicati alle materne di Bibbiena e Soci e con le Settimane Verdi, un percorso che ormai è diventato storico e bene consolidato. Le altre proposte sono espressione di tante associazioni sportive e del volontariato attivo sul nostro territorio. Una grande prova di solidarietà e di voglia di ripartire insieme”.

Accanto ai centri estivi per i bimbi piccoli e le settimane verdi, su Bibbiena abbiamo le proposte sportive della Piscina per i 6-13 anni, Tennis per i 5-16 anni, AC Bibbiena 6-16 anni, Summer Camp Casentino Academy 7-13 anni, Two Pas Dance dai 3 anni in su.

Anche l’attivissima Parrocchia di Soci promuove i campi per ragazzi dagli 8 ai 12 anni, così come l’Oratorio di Bibbiena per i 6-14 anni.

Nassini commenta: “Insieme alle scuole abbiamo promosso un questionario dentro le scuole di ordine inferiore per capire gli effetti del covid-19 sulle giovani generazioni. I risultati sono stati sorprendenti e per alcuni aspetti preoccupanti. Emerge con forza il disagio e la sofferenza patiti durante le chiusure, la mancanza di un contatto con i propri coetanei, la necessità di recuperare l’aspetto della socialità ma anche recuperare il tempo perduto sul fronte dello sport. Quest’anno, credo, che i centri estivi siano proprio la risposta attiva a tutto questo. Ringrazio tutto il mondo associazionistico per lo sforzo espresso in questa direzione ed i genitori per la fiducia che ci hanno nuovamente accordato”.

Ultimi Articoli

La Regione finanzia 5 comuni casentinesi per la videosorveglianza

La Regione assegna a 14 comuni aretini 233.000 euro per la videosorveglianza. La Giunta raddoppia lo stanziamento dell’ottobre dello scorso anno quando furono 38 Comuni...

Bambini e sport: perché è importante e quali sono i più adatti

Lo sport fa parte della nostra cultura e quotidianità. Potente strumento in grado di abbattere ogni barriera, l'attività fisica aiuta grandi e piccoli a...

Acquisti online, i numeri del 2022: gli errori da evitare

Negli ultimi anni le abitudini degli italiani sono cambiate radicalmente, per merito del digitale, che ha spinto moltissimi consumatori a rivolgersi all'online per i...