Chiusi della Verna festeggia il 25 aprile ricordando le vittime della rappresaglia nazista del giugno ’44

Il monumento dedicato ai caduti per mano nazifascista a Chiusi della Verna

Mercoledì 25 aprile, nella giornata dedicata alla memoria della Liberazione, anche a Chiusi della Verna si ricordano i caduti con una cerimonia che alle ore 10 vedrà la posa di una corona di fiori effettuata dal Sindaco Giampaolo Tellini presso il cippo che ricorda le 11 vittime della rappresaglia nazista avvenuta il 14 e 15 giugno del 1944.
Come ricorda lo stesso Tellini, e come riporta il sito internet della Regione Toscana dedicato alla memoria della Resistenza, “Anche Chiusi della Verna pagò il suo tributo di sangue per la nascita dell’Italia moderna, pacifica e democratica. A seguito dell’uccisione di un militare tedesco da parte dei una pattuglia partigiana, la rappresaglia si sfogò sulla popolazione civile non risparmiando anziani, donne e religiosi. Perirono fra gli undici anche il parroco di Chiusi della Verna Don Raffaello Perricchi e Suor Maria Bindi. Con loro furono uccisi Angelo Bigoni, Pietro Guerrini, Orfeo e Oscar Minelli, Salvatore e Vittorio Pignatelli, Elmo e Quinto Romolini, Sisto Ridolfi. Ricordarli oggi è un dovere per rinnovare il nostro impegno a custodire i valori della democrazia e della Costituzione Italiana”, conclude Tellini.
Comunicato stampa
Poppi, 24 aprile 2018