Ciao, Andrea.

Ieri, alle prime ore dell’alba presso l’ospedale S. Donato di Arezzo si è spento Andrea Villoresi. Lo storico Governatore della Misericordia di Castel San Niccolò.Uno dei pochi casi in cui davvero una associazione viene idealmente ed immediatamente associata ad un volto. Ad una presenza costante. Villoresi questo è stato per la Misericordia di Castel San Niccolò. Presente fin dal momento del concepimento e della prima costituzione della Associazione , Andrea ne ha infatti ricoperto la carica di Governatore fin dal 1997, anno della fondazione. Nel 2017 infatti, avrebbe celebrato  venti anni di servizio e di attività in quella che a tutti gli effetti considerava un po’ una “sua” creatura. Ma la Misericordia nel tempo è cresciuta, è divenuta patrimonio di tutti, di una intera comunità, che volentieri ha accolto l’invito a mettersi a servizio. E che, anche e soprattutto grazie all’azione costante di Andrea e della moglie, sempre uniti durante le varie fasi della sua crescita, ha portato risultati insperati in termini di addetti, di volontari, di servizi resi, di impegno nel territorio. Con due ambulanze per il Pronto Soccorso, 3 auto mediche, diverse decine di volontari, un migliaio di soci, in pochi anni l’Associazione si è resa indipendente acquistando direttamente i locali della propria sede, i garage per i mezzi. E finanziando interventi che hanno certamente accresciuto la qualità e la quantità dei servizi resi in ambito socio sanitario. Basti pensare alla sola formazione: Oggi Castel San Niccolò vanta un centinaio di soggetti preparati per attività di Pronto Soccorso, grazie ai ripetuti e costanti corsi di preparazione. E i defibrillatori. Numerosi. Disseminati su tutto il territorio comunale. Sempre presente, Andrea. Sempre in ufficio, a gestire, coordinare, inserire le trasferte, organizzare i servizi. ” Anche durante il periodo della malattia”- come ci dice Fabio Puri -“Fino alla scorsa settimana, Andrea è stato presente ed attivo in Associazione”. Alla famiglia, nel ringraziare per il grande servizio reso, vanno le nostre condoglianze, quelle del Magistrato e di tutta la cittadinanza di Castel San Niccolò. Le esequie si svolgeranno oggi, (Martedi 25 n.d.r.) a partire dalle ore 15.00 muovendo dalla Chiesa di San Giovanni Battista in loc. Prato di Strada.

CONDIVIDI
Articolo precedenteDiamoci una smossa. di Marina Martinelli
Prossimo articoloProsegue a ritmo serrato la raccolta firme per il ripristino dell’emergenza chirurgica
Roberta Fabbrini
Roberta Fabbrini, nata a Bibbiena (AR), (ma cresciuta a Cetica ndr) vive e lavora in Casentino, dove fin dal 1996 svolge la libera professione di Architetto. Appassionata di Arte, Architettura e Paesaggio, e di Recupero del patrimonio storico, collabora stabilmente con Casentinopiù fin dal 2010, tenendo una sua rubrica dal titolo Architettura & dintorni. Appassionata verso tutto ciò che riguarda il Casentino e i casentinesi , scrittrice sempre per passione, si è scoperta da poco tempo anche amante dell'escursionismo naturalistico e del trekking. E della buona tavola. Ma questo da sempre. Tutti settori che rendono il Casentino la sua terra ideale.