Comitato: il ruolo di Ceccarelli nel Consiglio Regionale

Foto Agenzia Toscana Notizie

Comunicato stampa del Comitato Ceccarelli in Regione

DOPO LA GRANDE AFFERMAZIONE POPOLARE ARRIVA UN IMPORTANTE RICONOSCIMENTO DI RUOLO POLITICO NEL CONSIGLIO REGIONALE

Il comitato di cittadini Ceccarellinregione spontaneamente costituitosi in Casentino e parte del Valdarno, alla luce della grande affermazione popolare raggiunta dalla lista Giani e dal candidato Ceccarelli che in una provincia nella quale ha vinto la lista Ceccardi (senza eccezione alcuna in Valdichiana, Valtiberina e Arezzo),  ha consentito di conquistare la quasi totalità dei comuni del Casentino e del Valdarno al centro sinistra con oltre 8000 preferenze (su un totale provinciale di oltre 15.000) per Ceccarelli,  ha espresso con vari comunicati la massima soddisfazione per il risultato raggiunto dalla lista GIANI e chiedeva che ALL’AFFERMAZIONE POPOLARE DEL CANDIDATO CECCARELLI SEGUISSE QUELLA POLITICA.

Prendiamo atto non senza qualche riserva e perplessità, che il ruolo scelto per Vincenzo Ceccarelli non sarà più quello operativo all’interno della Giunta Regionale bensì uno più propriamente politico all’interno del Consiglio Regionale. I dubbi e le perplessità della scelta attengono al fatto che la provincia di Arezzo rispetto alla legislatura precedente dove aveva la Vice Presidenza del Consiglio Regionale con la De Robertis e la delega alle infrastrutture in Giunta con Ceccarelli si ritrova oggi solamente con un ruolo politico, seppur importante, attribuito a Ceccarelli nel Parlamento Regionale

Forse proprio l’esito delle elezioni in provincia di Arezzo con  l’affermazione personale di Ceccarelli forse ancora più importante della scorsa legislatura in un contesto dove il Centro Sinistra è risultato minoranza, avrebbe consigliato una scelta diversa, cercando di valorizzare un territorio in sofferenza e bisognoso di interventi mirati e di una rappresentanza amministrativa ed istituzionale diretta… Così non è stato e ne prendiamo atto con rammarico.

Quanto al ruolo di capogruppo del PD in Consiglio Regionale di Ceccarelli , si tratta di un ruolo politico assolutamente rilevante per garantire quel necessario collegamento tra Giunta e Consiglio del partito di maggioranza che ha nel suo seno tante anime che necessitano sicuramente di essere raccordate. Ma non solo, anche per assicurare quella giusta interlocuzione in una coalizione ricca e variegate di forze ed interessi diversi. Per non parlare dell’esigenza di coordinare le azioni in materie delicate dalla Sanità, alle infrastrutture, al sociale e alle scelte di bilancio con e fra  le Commissioni consiliari.

Un ruolo di ‘cucitura politica’ essenziale per il corretto funzionamento della macchina del governo regionale che Ceccarelli sarà sicuramente in grado di garantire al meglio data la sua grande esperienza politica e le sue indubbie capacità di mediazione.

Non ci resta che augurare buon lavoro al neo capogruppo PD contando di averlo più che mai interlocutore diretto del territorio per ogni necessità emerga anche nel raccordo con i vari assessorati regionali nonché per la programmazione di azioni, risorse e investimenti di cui la nostra provincia necessita oggi più che mai.

Comitato Ceccarelli in Regione