Comitato Salute Casentinese, presentata un’interrogazione in Regione. I sindaci non dicono la verità

Il Comitato Salute Casentinese torna ad informarvi, inseguito alle nostre mobilitazioni , raccolte firme e manifestazioni varie a difesa di un diritto a tutti noi comune, nonché fondamentale ovvero il diritto alla Salute. Nonostante le 8377 firme raccolte e depositate per salvare il reparto di chirurgia d’urgenza a Bibbiena, i nostri Sindaci non le hanno prese minimamente in considerazione ma hanno continuato ad assecondare il volere della ASL e della Regione senza ascoltare ne preoccuparsi della salute e della volontà dei propri cittadini. Quindi come da PAV (Piano Area Vasta – documento redatto da Valtere Giovannini Dirigente Asl, casentinese) l’urgenza chirurgica è stata chiusa a inizio 2017 e infatti da inizio 2017 dal PS di Bibbiena possiamo constatare una sottrazione di personale (meno 4 Oss) nonostante i nostri politici continuino a parlare di assunzioni FUTURE. Sappiamo pure di una diminuzione di personale presso il reparto di Rianimazione che sarà assieme alla Terapia Intensiva i prossimi reparti a rischio chiusura.
Data la cattiva informazione che deriva dalle nostre istituzioni INVITIAMO TUTTI I CITTADINI AD ANDARE PERSONALMENTE a visitare l’Ospedale di Bibbiena al suo interno, sarà chiaro a tutti come la parola POTENZIAMENTO sta in realtà per DEPOTENZIAMENTO\SMANTELLAMENTO del nostro ultimo e unico Plesso Ospedaliero di Vallata.

Nonostante “questo muro di gomma” da parte dei nostri Primi Cittadini la battaglia per Noi Casentinesi è troppo importante per abbandonarla, ed è per questo che grazie al Consigliere Regionale Marco Casucci abbiamo preparato un’interrogazione che sarà presentata mercoledì 22 feb in Commissione Sanità a Firenze, a denuncia non solo di una violazione dei famigerati patti territoriali firmati il 29 febbraio 2016 dai nostri Sindaci, ma a violazione anche di una normativa nazionale che prevede un carattere di eccezionalità per i presidi collocati in zone montane e disagiate.

Avevamo inoltre in programma per la serata del 24 febbraio una importante assemblea per informare la popolazione tutta, ma purtroppo in seguito a delle prime conferme che poi all’ultima settimana sono divenute disdette abbiamo deciso di rinunciare alla serata in programma compensando con la nostra partecipazione al programma “Caffè Bollente” su Teletruria , giovedi 23 feb. Alle ore 21:00, dove saranno presenti vari politici locali e regionali per trattare il tema dell’accorpamento distrettuale ora in discussione. Quindi chiediamo a tutti i casentinesi di collegarsi e seguire tale programma poiché la prima arma da utilizzare in difesa del nostro presidio ospedaliero sta nell’informarsi correttamente dato che oramai è evidente come per concludere questo progetto privatistico la politica si basi principalmente sulla disinformazione.

Dott.ssa Carlotta Balzani, Presidente Comitato Salute Casentinese