Magia, clownerie, giocoleria e risate per la festa di Finestate di Subbiano. Sabato 1 settembre, alle 21.30, il paese casentinese ospiterà lo spettacolo “Risate piccole piccole” in cui salirà sul palco il clown Rufus per lasciare a bocca aperta e divertire un pubblico di tutte le età, tra i cinque e i novantanove anni. L’iniziativa, organizzata dall’associazione Noidellescarpediverse in collaborazione con la locale Pro Loco, è ad ingresso gratuito e rappresenta l’ultimo appuntamento dell’estate comica di RidiCasentino che nell’ultimo mese ha visto artisti da ogni zona d’Italia esibirsi in borghi di tutta la vallata.
La conclusione del festival è inserita tra gli eventi dell’importante festa subbianese e vedrà per protagonista il pisano Rufus (nome d’arte di Cristiano Masi), anima della scuola di circo “Chez nous le cirque” e fondatore dell’unico museo del circo italiano che, dopo aver lasciato a bocca aperta e divertito bambini di tutta la penisola, si prepara a tornare con i propri trucchi anche in terra di Arezzo. Da venticinque anni, infatti, l’eclettico artista è un professionista nel campo dello spettacolo esibendosi come clown, prestigiatore e giocoliere in teatri, locali, circhi, televisioni e piazze, con l’obiettivo di tutelare e diffondere il patrimonio artistico e culturale circense. Questo impegno si è unito anche ad un’attenzione verso il sociale, con Rufus che ha operato tra ospedali, scuole, centri anziani e centri per diversamente abili come clown dottore e come docente per la federazione internazionale “Ridere per Vivere!”. Tra i suoi progetti, invece, rientra il “Naso Clown” che nasce per divulgare il naso rosso come strumento con cui tutti possono donare un sorriso e per raccogliere fondi per iniziative benefiche in favore dei bambini. «Rufus è un’artista senza età – commenta Samuele Boncompagni dei Noidellescarpediverse, – che con i suoi trucchi è capace di regalare sorrisi e buonumore a bambini e anziani. Siamo felici di ospitarlo per un finale di RidiCasentino che sarà tutto all’insegna della magia e dello stupore».

Comunicato stampa
Subbiano (Ar), giovedì 30 agosto 2018