DAD per le scuole medie di Pratovecchio Stia, riscontrati alcuni casi positivi

(immagine di repertorio)

Sospesa la didattica in presenza nella scuola Secondaria di primo grado di Pratovecchio Stia a causa di alcune positività riscontrate in una sezione di una classe prima. Questo il post del sindaco Caleri che annuncia il provvedimento:

“SOSPENSIONE DELLA DIDATTICA IN PRESENZA E AVVIO DELLA DAD PER TUTTE LE CLASSI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO (SCUOLA MEDIA) DI PRATOVECCHIO STIA

Oggi purtroppo abbiamo ricevuto conferma dal dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Alto Casentino che da domani sarà sospesa la didattica in presenza e avviata la DAD per tutte le classi della scuola secondaria di 1° grado (scuola media) di Pratovecchio Stia.

Il provvedimento si è reso necessario in quanto sono emerse alcune positività in una sezione della prima classe, dove tutti i ragazzi non sono vaccinati in quanto di età inferiore ai 12 anni. Tale situazione ha comportato l’emanazione da parte della ASL di un provvedimento di isolamento per contatto verso numerosi professori, oltre che ovviamente per i ragazzi stessi.
Non potendo quindi disporre di un numero sufficiente di insegnanti per mantenere la didattica in presenza anche in tutte le altre classi, si è reso necessario sospendere la didattica ordinaria e avviare la DAD per tutti gli alunni della scuola media.

A oggi il provvedimento prevede la DAD per una settimana, ma sarà necessario capire cosa succederà nei prossimi giorni.

Al momento i casi ufficialmente acclarati nella classe interessata sono 2, ma è probabile che nelle prossime ore il numero tenda a salire in quanto sussistono altre positività al test rapido che sono in corso di accertamento.

La ASL sta strettamente monitorando la situazione e sono al vaglio ipotesi di screening anche sulle altre classi.

Speriamo vivamente che la situazione dei contagi non peggiori ulteriormente e facciamo con tutto il cuore i migliori auguri di pronta guarigione ai ragazzi interessati.

Appena avremo ulteriori notizie le comunicheremo.”

Il Sindaco
Nicolò Caleri