David Dei, allenatore modello, premiato al Gran Galà dello sport di Bibbiena

David Dei, ex portiere e attuale allenatore dei portieri del Cagliari, sarà presente sul palco del Teatro Sole di Bibbiena in occasione del Gran Galà dello Sport che si terrà domenica 25 Marzo alle ore 17,30.

Storia bella ed emozionante quella di Dei. Dopo aver fatto parte della rosa di Arezzo e Fiorentina, nel 1994 passò al Benevento, in Serie C2, con cui disputò 63 partite prima di passare all’Ancona nel settembre 1996. Due anni più tardi venne acquistato dalla Pistoiese dove diventa, non senza soffrire, il portiere titolare per due stagioni per poi passare al Crotone, con cui, da titolare ottiene una retrocessione in C1 e la promozione in B due anni più tardi. Nella stagione 2006-2007è passato alla Triestina. In quella stagione non ha disputato alcuna partita, mentre nella successiva ne è divenuto titolare, disputando 29 partite in campionato e tutte le partite di Coppa Italia. Nelle successive due stagioni è tornato a fare il secondo portiere senza più scendere in campo, fino alla scadenza del contratto nel 2010.

Smesso col calcio giocato, nella stagione 2010-2011 intraprende la carriera di allenatore dei portieri al Portogruaro in Serie B seguendo la chiamata di mister Agostinelli, nella stagione 2011-2012 fa parte dello staff di Massimo Rastelli come preparatore dei portieri del Portogruaro. La stagione successiva, 2012-2013, segue il tecnico campano all’Avellino dove vince il campionato di Lega Pro Prima Divisione e la Supercoppa.

Dopo aver sfiorato i playoff nel primo anno di B, li conquista nel secondo, centrando una semifinale in cui l’Avellino viene eliminato dal Bologna solo per il peggior piazzamento in campionato.

Il 12 giugno 2015 segue Rastelli al Cagliari, con il quale, il 6 maggio del 2016 (con la vittoria esterna di Bari), ottiene la promozione in serie A, vincendo con 83 punti il campionato di serie B, prima volta nella storia del club Sardo.

Nell’ottobre del 2016, vince il prestigioso “Premio Apport”, votato dai colleghi come “miglior preparatore dei portieri della serie B” per la stagione 2015/2016, e viene premiato poco prima del calcio di inizio di Cagliari-Udinese 2-1.

Dei torna nel suo Casentino invitato caldamente dall’Amministrazione che intende tributargli un momento significativo sul palco del Sole.

Dei commenta con entusiasmo questo invito e alla domanda su cosa consiglierebbe ai giovani calciatori conterranei commenta: “ Mi sento di consigliargli di inseguire i propri sogni senza abbattersi ne mollare mai..Io ho inseguito la serie A da calciatore per 17 anni, e l’ho solo sfiorata avendo giocato in anni in B e 6 in C…Ma ho studiato mi sono diplomato allenatore e l’ho raggiunta come preparatore dei portieri…Una cosa che consiglio a tutti e’ di non pensare che sport e studio siamo incompatibili, perché non è’ assolutamente vero…
Oggi mi pento di aver abbandonato l’università e non aver proseguito fino in fondo…
Il rammarico più grosso che ho”. Dei, classe, 1974, con grande orgoglio, ci tiene infatti ad evidenziare i suoi 60/60esimi a Ragioneria e ad insistere sull’importanza dello studio.