E il sindaco Bernardini querela…

(di Luca Tafi, Sel Casentino)

La politica con le querele.
La singolare concezione della democrazia del Sindaco Bernardini
Avevamo l’impressione che il Sindaco di Bibbiena non avesse un’idea chiara della politica, del confronto democratico e che vivesse il tutto come uno scontro personale tra lui, l’unto dal popolo, e tutti gli altri sudditi.
Ora ne abbiamo avuto una conferma lampante. Nei giorni scorsi, chiamati dai carabinieri, siamo venuti a sapere che il nostro beneamato sindaco ci ha querelati per diffamazione. Motivo? Il nostro comunicato stampa sulla realizzazione del nuovo supermercato Eurospin.
Che cosa avevamo detto di così grave, falso e diffamante? Lo ripetiamo in sintesi.
Il nuovo supermercato è realizzato in una zona che il Piano Strutturale dell’era Ferri non prevedeva come edificabile, anzi ne metteva in evidenza un certo rischio idraulico.
La prima giunta Bernardini ha effettuato una variante ed ha reso la zona edificabile.
Il nuovo supermercato è realizzato dalla ditta Daniele Bernardini. (Così è scritto nel cartello che campeggia davanti ai cantieri)
Vero? Falso? Noi abbiamo sempre detto che, in caso di nostro errore , siamo pronti a scusarci pubblicamente. Ad oggi nessuna replica ci è pervenuta e nessuna smentita di questi atti.
E’ invece pervenuta la querela per diffamazione. Siamo chiari: noi non siamo affatto preoccupati, Anzi, così Bernardini dovrà spiegare anche alla magistratura il suo operato. Oltretutto siamo in buona compagnia, considerato che dalle notizie che circolano non saremmo gli unici querelati per lo stesso motivo. Ora giudichino i cittadini: vi sembra normale, etico, che un sindaco decida quali terreni siano edificabili e poi vada a realizzarci le opere con la propria ditta?
Perché il sindaco non ha smentito le notizie da noi date, se ne ha la possibilità? E se le notizie da noi date sono vere e incontrovertibili, quale è il senso della querela per diffamazione?. Vuol essere una forma di intimidazione per fare tacere le voci critiche?
Ci aspetteremmo una risposta (politica e tecnica. Quella giudiziaria la daranno i giudici).
Comunque noi andremo curiosi ad assistere alla prossima inaugurazione del nuovo supermercato, anche per vedere se Bernardini sarà presente con la fascia da sindaco o con gli attrezzi da muratore. O con tutti e due!
Luca Tafi, SEL Casentino