“Emanuela e il Lupo” in scena a Pratovecchio

Ancora due serate prima di salutare la rassegna “Teatro del Fiume” al prossimo anno: stavolta ci troveremo all’interno di un bosco fantastico, dove si incontreranno una giovane ragazza ed un lupo affamato.
Giovedì 3 agosto alle ore 21:30 a Pratovecchio, in Piazza delle Rimembranze, andrà in scena “Emanuela e il Lupo” di Livio Valenti, con Livio Valenti e Eleonora Angioletti, le luci di Federico Tabella, le scenografie di Andrea Vitali, i pupazzi di Roberta Socci e le musiche di Lorenzo Bachini.
La giovane Emanuela, lasciata la casa dei suoi genitori, si mette in viaggio finché arriva in un bosco dove decide di fermarsi; comincia a costruire la sua casa in una luminosa radura, ma non sa che un lupo, nascosto tra i cespugli, la sta spiando. La bestia feroce vorrebbe mangiarsi Emanuela, ma ha paura del suo bastone e del suo coltello, mentre trova curioso il suo libro e la sua pentola. I due sconosciuti cominciano a osservarsi: si avvicinano, si annusano e si raccontano; però un giorno, il Lupo tenta di papparsi la ragazza, ma ahimè, o per fortuna, succede un imprevisto che li farà diventare amici…perché la solitudine è una brutta bestia.
Lo spettacolo contrappone, come nelle fiabe classiche, il buono e il cattivo, ma essendo una fiaba moderna, procede con tecniche narrative originali: Emanuela, che rappresenta la giovane eroina che sta compiendo il suo viaggio di crescita, ha delle armi in mano (il coltello e il bastone) che però, utilizza non per combattere, ma per costruire. Il Lupo invece, pur essendo il malvagio, si preoccupa perché vede il suo bosco invaso dall’umano; quindi è la belva, in questa storia, ad aver paura dell’intruso che gli può portare via ciò che possiede. Ambedue i personaggi, pur nella leggerezza del racconto, hanno le loro ragioni profonde e sono psicologicamente complessi.
La rassegna Teatro del Fiume è realizzata dalla NATA con la partecipazione dei Comuni di: Bibbiena, Castel Focognano, Poppi, Pratovecchio-Stia e patrocinata dal MIBACT, dalla Regione Toscana, dal Parco Nazionale Foreste Casentinesi, dalla Rete Teatrale Aretina.
Il prossimo appuntamento, l’ultimo di questa XIV edizione del “Teatro del Fiume”, sarà domenica 6 agosto alle 21:30 nella Pista di pattinaggio a Moggiona con lo spettacolo per bambini “Se Pinocchio fosse Cappuccetto Rosso” di Livio Valenti con Cinzia Corazzesi, Livio Valenti e Lorenzo Bachini: una casa delle fiabe animata da pupazzi, burattini e tanti inganni.

Ingresso € 5,00
Per informazioni e prenotazioni:
335.1980510 (anche tramite sms e WhatsApp)
Sito: www.nata.it Mail: nata@nata.it

Teatro del Fiume 2017 – Prossime date

Domenica 6 Agosto ore 21:30
MOGGIONA – Pista di pattinaggio
“SE PINOCCHIO FOSSE CAPPUCCETTO ROSSO”
NATA
Genere: Teatro d’Attore con Pupazzi e Musica dal Vivo

Ultimi Articoli

I Tesori del Casentino: Sant’Antonio da Padova in una tela nell’Oratorio della Visitazione di Strada

Il 13 giugno, nella ricorrenza della morte, avvenuta nel 1231, si celebra Antonio da Padova, uno dei santi più amati, noto come Sant’Antonio dei miracoli,...

Una Academy da Freschi&Vangelisti per formare giovani talenti

L’INCISIONE CON IL BULINO, UN PERCORSO FORMATIVO INTERNO PER PORTARE NEL FUTURO ANTICHE TECNICHE DI LAVORAZIONE DEI METALLI Una Academy all’interno dell’azienda che offre...

Promuovere lo sport, l’inclusione e la crescita personale attraverso la pallavolo: ecco il successo del primo Volley Camp Arnopolis

Oltre 30 atleti sono impegnati da due settimane in un’esperienza unica siglata Vbc Arnopolis. A seguirli in questo percorso tre professionisti selezionati: Enrico Brizzi, futuro responsabile tecnico del settore giovanile...