Nei giorni scorsi le scale mobili sono state oggetto dell’ennesimo atto vandalico. In questa occasione era stato letteralmente sradicato e portato via il cartello segnaletico di accesso alle stesse.
Grazie alle telecamere di videosorveglianza, dopo accurati accertamenti, è stato dato nome e cognome al responsabile di questo gesto.
Il sindaco Daniele Bernardini nel suo profilo face book ha scritto: “È stato individuato uno di quei simpaticoni che fanno danni alle scale mobili e ha sradicato un cartello segnaletico. Il bello è che non si tratta di un ragazzaccio come potremmo pensare ma di un signore attempato…”.
Il sindaco aggiunge alla sua reazione e caldo un altro commento: “Il soggetto in questione è stato denunciato e adesso la giustizia farà il suo corso come è giusto che sia. Deturpare, rompere, danneggiare il bene pubblico è qualcosa di gravissimo che offende profondamente una comunità. Un grazie alla Polizia Urbana e al suo Capitano per quanto fatto su questa vicenda e non solo. Il lavoro svolto in termini di prevenzione e controllo è enorme”.
Altra cosa avvenuta in questi giorni nel territorio di Bibbiena, in particolare nel paese di Soci e che ha visto impegnati gli agenti della Polizia Municipale, è un caso molto grave di maltrattamento nei confronti di un cagnolino. Per farlo stare zitto e non abbaiare la famiglia di cui faceva parte ha pensato bene di “tappargli la bocca”, mettendo nel nastro adesivo intorno al musetto. “Anche in questo caso – commenta il Sindaco – la giustizia farà il suo corso”.

Comunicato stampa
Bibbiena, 14 ottobre 2018