Finisce il 2022, il bilancio del sindaco Vagnoli e le anticipazioni per il futuro

“Un altro anno sta finendo, un anno difficile tra la guerra in Europa, la crisi delle materie prime, i rincari dell’energia, la crisi dei materiali, ma anche un anno che per noi ha significato molto in termini di progetti realizzati per il territorio e altrettanti che stanno per partire. Questo significa che il nostro territorio sta reagendo e questo è il miglior augurio che posso fare ai miei cittadini per il 2023”.

Con queste parole il Sindaco di Bibbiena Filippo Vagnoli intende fare un piccolo bilancio delle cose fatte nel 2022 e un’anticipazione sul 2023 che sta arrivando.

Il Sindaco parla delle cose fatte: “Chiudiamo il 2022 con 3 milioni di Euro investiti sul territorio in tante importanti progettualità: riqualificazione del Teatro Dovizi che abbiamo restituito alla cittadinanza e alle attività culturali riqualificato e sicuro;

campo da street basket nella zona Santa Maria; restituzione alla cittadinanza di Palazzo Niccolini con due nuove esposizioni completamente fruibili da cittadini e turisti, ovvero la sala delle bandiere e la sala del carnevale storico; riqualificazione del giardino del palazzo comunale, il nuovo arredo turistico per il centro storico; apertura del centro civico di Soci con studi medici e uffici comunali; diversore di Soci; marciapiedi nel contesto de La Nave a Bibbiena; nuove asfaltature; nuovo silo di Soci in dirittura di arrivo. Poi ci siamo concentrati anche sugli aspetti sociali: il nostro centro diurno ha accolto altri ospiti, abbiamo potenziato le attività del servizio sociale del comune, abbiamo dato una casa a molte associazioni del paese come il Coro e la filarmonica di Bibbiena; abbiamo efficientato piscina e palatennis ( ancora in corso) e riqualificato gli stadi; abbiamo aiutato le piccole imprese e il commercio con la Lira di Bibbiena e sostenuto i centri storici ed i giovani con il bando affitti attraverso il quale abbiamo portato 6 persone a vivere nei nostri centri”.

Il primo cittadino di Bibbiena però guarda al futuro dando un’ampia anticipazione di ciò che il comune farà per il territorio nel 2023: “Il passato è importante perché ci offre la possibilità di riflettere sull’impegno e sulle risorse impiegate per sostenere la nostra comunità, ma credo che parlare anche del futuro sia essenziale perché così facendo apriamo orizzonti più ampi, rafforzando la nostra fiducia. Dico subito che sarà un anno impegnativo perché abbiamo portato nelle nostre casse comunali oltre 5 milioni di euro per 6 progetti sostenuti dal PNRR. Ne elenco alcuni: asilo di Bibbiena, Centro famiglia di Bibbiena, efficientamenti energetici e sicurezza stradale e sul fronte delle aree verdi completeremo il parco di Bibbiena Stazione e apriremo due nuovi parchi urbani in altrettante zone del territorio”.

Vagnoli conclude con un augurio: “Con tutto questo volevo fare un appello e un augurio insieme dove l’uno completa l’altro e lo sostiene. L’augurio è quello di un 2023 splendido e sereno per tutti, fatto di fiducia, coesione sociale, equità, solidarietà e giustizia. L’appello è quello di sentirsi sempre più uniti e comunità sotto il segno di una speranza attiva, ovvero di un lavoro comune verso il futuro”.

 

Ultimi Articoli

Al Cifa di Bibbiena la reunion della Brizzi Big Band

Casentino Jazz Orchestra: la mitica formazione torna di nuovo ad esibirsi venerdì 21 giugno alle 21.30 al Cifa di Bibbiena Metti un gruppo di grandi...

“La cultura della fatica”: il 19 giugno la presentazione del progetto al castello di Porciano

Il 19 giugno alle ore 17:30, presso il castello di Porciano, è prevista la presentazione del progetto "La cultura della fatica" promosso dall'Unione dei...

Tutto pronto per la Granfondo Città di Poppi: boom di iscrizioni

A una settimana dall’evento si può già dire che la Granfondo Città di Poppi sarà un grande successo. Il numero di iscritti ha già...