Fondazione Baracchi: “Tutti i colori dell’Italia che vale” con Valentina Bisti

La sede della Fondazione Baracchi a Bibbiena

Sarà Valentina Bisti la protagonista dell’ultimo incontro del ciclo “Ricominciamo!” in programma nel grande prato della Fondazione Baracchi, a Bibbiena. 

Venerdì 18 settembre, ore 18, la popolare giornalista Rai, conduttrice del Tg1 e di “Uno Mattina”, racconterà quest’anno così difficile e unico da un angolo visuale molto speciale, quello della diretta mattutina di tre ore con cui ha accompagnato il lockdown degli italiani e la loro faticosa ripresa.

Ma Valentina porterà anche il suo personale contributo al tema “Ricominciamo!”: un libro, “Tutti i colori dell’Italia che vale”, in cui ha raccolto le conversazioni della sua rubrica televisiva.
Storie di persone che hanno avuto la forza di reagire alle sfide della vita, che si sono reinventate, che si sono spese per gli altri.
Storie molto diverse, alcune conosciute, come quella del grande musicista Ezio Bosso, o quella di Manuel Bortuzzo, il nuotatore rimasto paralizzato dopo essere stato vittima di una vile sparatoria, ma in molti casi sconosciute al grande pubblico.

Valentina Bisti, prima in Tv, e poi nel libro, ha ragionato insieme ai suoi ospiti su come aiutare il prossimo, su come affrontare le difficoltà dei giorni nostri, su come risorgere quando tutto sembra perso per realizzare i propri sogni.

Oltre al suo libro, Valentina porterà a Bibbiena la sua esperienza professionale (per la Rai ha seguito tanti eventi di cronaca dal naufragio della costa Concordia al terremoto di Amatrice), la familiarità e la simpatia che ha trasmesso come conduttrice di “Uno mattina”, ma anche l’amore per le sue radici casentinesi (Valentina è nata a Roma ma la sua mamma e i suoi nonni vengono da Pratovecchio).

L’incontro sarà condotto dal giornalista Massimo Orlandi.
Come sempre l’evento si svolgerà nel pieno rispetto delle regole anti Covid-19, pertanto sarà obbligatoria la mascherina e i posti disponibili, tutti a sedere, rispetteranno il distanziamento sociale.

Ingresso gratuito con prenotazione al 338-7299666 (sms e whatsApp).