Incontri sempre molto specifici e ben curati, nelle conferenze organizzate dall’Accademia casentinese di Borgo alla Collina. Come in ogni appuntamento del fine settimana, anche questa domenica (26 agosto 2018) alle ore 10. 45, gli organizzatori dell’evento e il relatore Franco Cristelli affronteranno un argomento poco conosciuto della storia locale. In pieno periodo illuminista, con un Pietro Leopoldo Granduca di Toscana profondamente impegnato in materia di riforme religiose ed ecclesiastiche, nel 1787 si tenne un’importante Assemblea di vescovi e arcivescovi toscani che prese posizione contro il giansenista Scipione de Ricci di Pistoia. Ruolo fondamentale nell’evento, e centrale nello specifico del dibattito di domenica, fu quello di Ranieri Mancini, Vescovo di Fiesole, che, in sintonia con la maggioranza degli ecclesiasti intervenuti al consesso, si inserisce come figura rilevante nel contesto della vicenda, anticipando, come afferma Cristelli, «la condanna papale del giansenismo ricciano». Il relatore dell’incontro, oltre a essere uno studioso di storia medievale e a svolgere il ruolo di dirigente scolastico, è attualmente vicepresidente in carica della Società storica aretina e fa parte anche del consiglio direttivo dell’Accademia Petrarca di Arezzo, nonché di altre associazioni culturali del territorio.

Appuntamento dunque al Castello di Borgo alla Collina, domenica 26 agosto 2018 alle ore 10.45, presso la sede dell’Accademia casentinese.